Peskov: Usa parlano di "armi chimiche russe" per distogliere l'attenzione dallo scandalo dei laboratori biologici

Peskov: Usa parlano di "armi chimiche russe" per distogliere l'attenzione dallo scandalo dei laboratori biologici

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

 

Il portavoce presidenziale russo Dmitri Peskov ha affermato, questa mattina, che Washington sta cercando di distogliere l'attenzione dallo "scandalo" dei laboratori biologici statunitensi parlando del presunto uso russo di armi chimiche in Ucraina.

"Ne abbiamo già parlato in precedenza. Questo è un tentativo per distogliere l'attenzione su una minaccia completamente eterea, teorica, sullo sfondo dello scandalo che si sta preparando nel mondo con i programmi di armi chimiche biologiche che hanno portato alla realizzazione degli Stati Uniti Stati in diversi paesi, compresa l'Ucraina", ha spiegato il portavoce quando un giornalista gli ha chiesto cosa pensa il Cremlino delle dichiarazioni del presidente americano, Joe Biden, secondo cui la NATO risponderebbe se la Russia usasse armi chimiche nel paese vicino.

Inoltre, Peskov ha assicurato che Mosca chiederà spiegazioni a Washington sul coinvolgimento del fondo di investimento Rosemont Seneca, diretto da Hunter Biden, figlio del presidente degli Stati Uniti, nei laboratori biologici dell'Ucraina.

"I nostri esperti del Ministero della Difesa continuano a lavorare sull'analisi delle informazioni che ora abbiamo sui bio-laboratori e sui programmi che vengono sviluppati lì [in Ucraina]. Si tratta di informazioni molto delicate, per noi e per il mondo intero", ha indicato. "Chiederemo anche spiegazioni . E non solo noi: la Cina ha già chiesto queste spiegazioni affinché questa situazione sia trasparente al mondo, ovviamente, molti saranno interessati", ha precisato il portavoce in conferenza stampa.

Allo stesso modo, Peskov ha respinto le accuse del presidente ucraino, Vladimir Zelensky, secondo cui l'esercito russo ha usato bombe al fosforo in Ucraina. " La Russia non ha mai violato le convenzioni internazionali, per maggiori dettagli consigliamo comunque di contattare il ministero della Difesa", ha affermato.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti