World Affairs/Relatore Onu sulla tortura, Nils Melzer: Il Regno Unito non si co...

Relatore Onu sulla tortura, Nils Melzer: Il Regno Unito non si conforma al diritto internazionale riguardo alla detenzione di Assange

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Il Regno Unito non ha preso provvedimenti per garantire che la detenzione in corso del fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, sia conforme al diritto internazionale, ha denunciato oggi il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura, Nils Melzer


"Nonostante l'urgenza medica del mio appello e la gravità delle presunte violazioni, il Regno Unito non ha adottato alcuna misura di indagine, prevenzione e ricorso richiesta ai sensi del diritto internazionale", ha affermato il relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tortura, Nils Melzer. "Dal mio punto di vista, questo caso non ha mai riguardato la colpa o l'innocenza del signor Assange, ma il fatto di fargli pagare il prezzo per aver denunciato una grave cattiva condotta del governo".

 
Melzer ha ricordato che "mentre il governo degli Stati Uniti persegue il signor Assange per aver pubblicato informazioni su gravi violazioni dei diritti umani, tra cui torture e omicidi, i funzionari responsabili di questi crimini continuano a godere dell'impunità".
 
Il relatore speciale e il suo team medico hanno visitato il fondatore di Wikileaks imprigionato a maggio e hanno riferito di aver mostrato "tutti i sintomi tipici dell'esposizione prolungata alla tortura psicologica" e di aver richiesto misure immediate per la protezione della sua salute e dignità.
 
L'esperto dell'Onu ha aggiunto che  "tuttavia, ciò che abbiamo visto dal governo del Regno Unito è il totale disprezzo per i diritti e l'integrità del signor Assange. Nonostante l'urgenza medica del mio appello e la gravità delle presunte violazioni, il Regno Unito non ha adottato alcuna misura di indagine, prevenzione e ricorso richiesta ai sensi del diritto internazionale".
 
 
"Nonostante la complessità dei procedimenti contro di lui condotti dal governo più potente del mondo, l'accesso di Assange a consulenti legali e documenti è stato gravemente ostacolato, minando in tal modo efficace il suo diritto fondamentale di preparare la sua difesa", ha ricordato Melzer.
 
“La palese e persistente arbitrarietà mostrata sia dalla magistratura che dal governo in questo caso suggerisce una allarmante deviazione dall'impegno del Regno Unito per i diritti umani e lo stato di diritto. Questo sta dando un esempio preoccupante, che è ulteriormente rafforzato dal recente rifiuto del governo di condurre l'indagine giudiziaria tanto attesa sul coinvolgimento britannico nel programma di tortura e consegna della CIA", ha sottolineato Melzer
 
Secondo Melzer, "questo caso non ha mai riguardato la colpevolezza o l'innocenza del signor Assange, ma il fatto di fargli pagare il prezzo per aver denunciato una grave cattiva condotta governativa, inclusi presunti crimini di guerra e corruzione. A meno che il Regno Unito non cambi urgentemente rotta e allevi la sua situazione disumana, la continua esposizione del signor Assange all'arbitrarietà e agli abusi potrebbe presto finire per costargli la vita. "
 
Nel suo appello urgente al governo del Regno Unito, il relatore speciale ha raccomandato vivamente di vietare l'estradizione di Assange negli Stati Uniti e di liberarlo al più presto per permettergli di recuperare la sua salute e ricostruire la sua vita personale e professionale.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa