Shoigu: l'Occidente guidato dagli Stati Uniti cerca di spingere altri allo scontro con Russia e Cina

Shoigu: l'Occidente guidato dagli Stati Uniti cerca di spingere altri allo scontro con Russia e Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Le ostilità in Ucraina confermano la fissazione dell'Occidente guidato dagli Stati Uniti di spingere altri paesi a uno scontro militare con Mosca e Pechino, ha denunciato, oggi, il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu all'attuale vertice dei ministri della difesa degli Stati membri dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO).

"Oggi Washington e i suoi complici stanno portando avanti il ??loro piano strategico, che consiste nel provocare uno scontro militare con altri paesi con, principalmente, Russia e Cina. Una chiara conferma di questa politica criminale è il conflitto in Ucraina. Il suo vero obiettivo è infliggere una sconfitta strategica alla Russia, minacciare la Cina e mantenere la sua posizione di monopolio nel mondo", ha spiegato Shoigu.

Gli Stati Uniti cercano di riformattare il sistema delle relazioni internazionali creando alleanze regionali controllate, usando ricatti e minacce, ha sottolineato il ministro.

Sul conflitto in Ucraina

Il vero obiettivo dell'Occidente nel conflitto ucraino è sconfiggere strategicamente la Russia, minacciare la Cina e mantenere una posizione di monopolio nel mondo, ha affermato il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu .

Le capacità di combattimento di quasi tutti i paesi del blocco militare del Nord Atlantico sono state schierate contro la Russia dall'inizio dell'operazione militare speciale in Ucraina, ha ricordato il capo della difesa russo.

"L'Occidente ha dimostrato la sua preparazione in anticipo per uno scontro con la Federazione Russa. Sono state immediatamente imposte sanzioni radicali contro la Russia, sono state organizzate consegne di armi all'Ucraina, supporto dell'intelligence, consiglieri militari e mercenari", ha osservato.

Gli sforzi dell'Occidente per convincere i partner di Mosca a isolare la Russia e screditare la sua leadership stanno fallendo, secondo il ministro della Difesa russo.

"Sullo sfondo dell'operazione militare speciale, continuano i tentativi di influenzare i partner della Russia nell'isolarla (Mosca). È stata lanciata una massiccia campagna di informazione per screditare la leadership russa e le sue politiche. La pressione del consiglio di amministrazione viene dimostrata, indipendentemente dall'attuale danno ai loro interessi economici e politici", ha sottolineato Shoigu.

Sui biolab statunitensi

I programmi di armi biologiche del Pentagono in Ucraina sono finalizzati allo sviluppo di componenti di armi biologiche, ha precisato Shoigu, puntando i riflettori sulle attività statunitensi, tuttora in corso, per trasferire le ricerche più pericolose in Paesi terzi.

"Nel caso dell'Ucraina, vediamo il duplice scopo di questi programmi e il loro effettivo focus sullo sviluppo di componenti di armi biologiche, che è in diretta violazione della Convenzione sulle armi biologiche e tossiche", ha aggiunto il ministro.

Sulla crescente militarizzazione della regione Asia-Pacifico

Per Shoigu, Washington e i suoi alleati si oppongono con zelo alla formazione di un mondo multipolare nella regione Asia-Pacifico.

"L'opposizione dell'Occidente al rafforzamento del multipolarismo è più attiva nella regione Asia-Pacifico, dove gli Stati Uniti hanno avviato il crollo dell'attuale sistema di cooperazione regionale basato sull'ASEAN".

Ha ricordato che questa tendenza è iniziata con la creazione di blocchi politico-militari come QUAD e AUKUS.

La Russia sta rafforzando la prontezza al combattimento delle sue basi in Kirghizistan e Tagikistan tra gli sforzi degli Stati Uniti e dei suoi alleati per ripristinare la sua presenza militare in Asia centrale.

"Da parte nostra, stiamo aumentando la prontezza al combattimento delle basi militari russe in Kirghizistan e Tagikistan, così come altre forze di risposta a possibili sfide", ha affermato Shoigu.

Con il pretesto di aiutare la lotta al terrorismo, gli Stati Uniti e i loro alleati stanno cercando di ripristinare la loro presenza militare in Asia centrale, ha lamentato, aggiungendo che Mosca vede le loro richieste ai paesi della regione di dispiegare infrastrutture militari come "un diretto minaccia alla stabilità nella zona della Shanghai Cooperation Organization”.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti