World Affairs/The Washington Post: le sanzioni statunitensi bloccano l'accesso ...

The Washington Post: le sanzioni statunitensi bloccano l'accesso dell'Iran ai medicinali

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Le sanzioni statunitensi contro l'Iran ostacolano l'accesso dell'Iran ai farmaci e alle attrezzature mediche necessarie per combattere il nuovo coronavirus, si legge in un articolo del Washington Post


"Le estese sanzioni statunitensi ostacolano gli sforzi dell'Iran per importare farmaci e altre forniture mediche" per far fronte allo scoppio del coronavirus, COVID-19, denuncia il quotidiano americano The Washington Post (WP).

 
In un articolo pubblicato ieri, il WP spiega che le estese restrizioni statunitensi al sistema bancario iraniano, nonché un embargo sulle sue esportazioni di petrolio, hanno limitato la capacità di Teheran di importare beni essenziali, comprese le attrezzature necessarie per produrre all'interno del paese.
 
"Il sistema sanitario iraniano viene privato delle attrezzature necessarie per salvare vite umane e prevenire contagi più ampi", si avverte, prima di insistere sul fatto che, nonostante le affermazioni delle autorità statunitensi, le sanzioni di Washington incidono sul settore della Salute del paese persiano.
 
D'altra parte, il rapporto evidenzia la diminuzione del numero di licenze speciali rilasciate dall'Ufficio del controllo delle attività estere (OFAC) durante l'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump per esportare farmaci e attrezzature mediche in Iran.
 
Secondo i rapporti dell'OFAC - si precisa - oltre la metà delle aziende che hanno richiesto l'autorizzazione hanno ricevuto licenze nel primo trimestre del 2016. Ma, da luglio a settembre 2018, dopo che gli Stati Uniti sono usciti dall'accordo sul nucleare, un numero inferiore di società ha richiesto l'autorizzazione e il tasso di approvazione è stato ridotto al 15 percento. Tale cifra è scesa al 10% nel primo trimestre del 2019.
 
Di fronte alla diffusione del coronavirus, diversi paesi e organizzazioni internazionali hanno alzato la voce contro il terrorismo economico negli Stati Uniti, ostacolando gli sforzi dell'Iran per contenere la pandemia.
 
Nonostante l'aumento della pressione internazionale sugli Stati Uniti al fine di revocare le sue disumane sanzioni, diversi esperti prevedono che la Casa Bianca li manterrà e trarranno vantaggio dall'epidemia di COVID-19 per raggiungere i loro obiettivi politici.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa