Turchia: in rampa di lancio il caccia Hürjet, parte la produzione di massa

Turchia: in rampa di lancio il caccia Hürjet, parte la produzione di massa

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

La Turchia ha avviato la produzione di massa dell'Hürjet, addestratore avanzato sviluppato a livello nazionale e aereo d'attacco leggero. 

Oltre alla produzione dell'Hürjet è stata decisa la produzione di altri sistemi sviluppati a livello nazionale per le forze armate turche (TSK) e altre agenzie di sicurezza. 

Il paese ha deciso di accelerare su questo aspetto per sostituire tutta la tecnologia che il paese importa. Nonostante gli ostacoli, la Turchia continuerà a lavorare sulla progettazione, lo sviluppo e la produzione di sistemi e tecnologie indigene, ha riaffermato il Comitato Esecutivo dell’Industria della Difesa Turca. 

Il progetto Hürjet è stato inizialmente avviato dalle Industrie Aerospaziali Turche (TAI) nel 2017 e nel 2023 è previsto il volo inaugurale. 

Hürjet, fatto su misura per diventare un aereo da addestramento di quinta generazione, sarà dotato di un computer di missione avanzato nella sua moderna cabina di pilotaggio.

L'aereo sarà dotato di un radar superiore e di sistemi di attacco sensibili, e di capacità di comunicazione aerea e terrestre, riducendo le minacce e i rischi.

L'Hürjet sarà lungo 13,4 metri (43 piedi) con un'apertura alare di 11 metri e fornirà sicurezza ambientale nelle operazioni offensive.

L'obiettivo principale del progetto Hürjet è quello di sostituire la flotta di aerei da addestramento T-38 della Turkish Air Force - composta da 70 aerei - e di soddisfare le esigenze di potenziali clienti internazionali.

L'altitudine massima del jet avanzato è fissata a 45.000 piedi (14 chilometri), insieme al suo carico utile di 3.000 chilogrammi (6.600 libbre) e una velocità massima di Mach 1,2.

Sul sito di Turkish Aerospace si legge: 

«Il progetto HÜRJET ha iniziato a soddisfare i requisiti dell'aeronautica internazionale e turca sostituendo i vecchi T-38 come Advanced Jet Trainers (AJT) e gli F-5 come velivoli per squadre acrobatiche con un moderno velivolo multiruolo ad alte prestazioni.

Oltre a queste, le capacità di HÜRJET si estendono anche a:

Sostituzione di vecchi addestratori a reazione, la maggior parte dei quali ha 20 o più anni.

Utilizzato come Advanced Jet Trainer a causa del numero crescente di velivoli di quinta generazione (TFX, F-35, ecc.) e delle loro configurazioni mutevoli.

Considerando il mercato degli aeromobili multiruolo, Turkish Aerospace ha avviato il programma HÜRJET con l'intenzione di puntare al potenziale del mercato traendo vantaggio dalla sua esperienza e competenze sulla progettazione/produzione economicamente vantaggiosa di addestratori/velivoli leggeri/sistema». 

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...