Usa e Gran Bretagna vogliono che Julian Assange si uccida?

Usa e Gran Bretagna vogliono che Julian Assange si uccida?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di George Galloway*

La recente vergognosa udienza dell'Alta Corte di Londra indica che l'unico modo in cui il prigioniero politico più importante della Gran Bretagna può dimostrare di essere a rischio suicidio è togliersi la vita. È questo che sperano le autorità?

Il XXI° secolo ha fornito molti giorni di vergogna per la Gran Bretagna e ieri è stato solo un altro. 

L'Alta Corte di Londra ha casualmente annullato la decisione di uno dei suoi giudici – che aveva ascoltato ogni minuto delle prove – che Julian Assange, il prigioniero politico più importante della Gran Bretagna, avrebbe potuto suicidarsi se estradato nel sistema di ingiustizia degli Stati Uniti.

La Corte d'Appello che ha deciso di accogliere il principale ricorso degli Stati Uniti contro il rifiuto alla loro richiesta di estradizione ora sostiene che il giudice originale è stato fuorviato sulla vera salute mentale di Assange - effettivamente prigioniero per un decennio - e gli avvocati degli Stati Uniti non hanno bisogno di limitarsi a sostenere che i loro penitenziari sono luoghi davvero perfettamente umani.

Il bizzarro argomento dell'avvocato inglese del governo Biden potrebbe essere un unico non sequitur. 

Julian non può essere a rischio di suicidio, ha sostenuto, perché aveva " figli di nascosto " con la sua fidanzata Stella Morris. Che cosa significhi è al di là di me – in quasi 30 anni come parlamentare -  non ho mai sentito queste sciocchezze.

Non tutti gli uomini generano segretamente i propri figli? Alcuni uomini lo fanno pubblicamente? 

Intendeva fuori dal matrimonio? Che strano. I padri sposati hanno maggiori probabilità di essere a rischio di suicidio?

O voleva dire che era un padre? Gli uomini senza figli hanno maggiori probabilità di essere a rischio suicidio?

Queste contestazioni sono così insensate, è sorprendente come qualcuno possa prendersi delle tasse per discuterle, meraviglioso che qualsiasi giudice possa schierarsi con loro. Ancora più  meraviglioso è che il presidente Joe Biden, l'animale del partito democratico vestito di marrone di Martha's Vineyard, possa commissionarli.

Il lungo e il corto è che oggi è più probabile che Assange venga estradato negli Stati Uniti rispetto all'altro ieri. Certo che rimarrà nell'Isola del Diavolo della prigione di Belmarsh mentre il corso glaciale degli eventi si insinua.

Forse l'unico modo in cui Assange può dimostrare di essere a rischio suicidio è suicidarsi. 

Ora che ci penso, forse è la grande idea di Joe Biden...

*È stato membro del parlamento britannico per quasi 30 anni. Presenta programmi TV e radiofonici. È un regista e scrittore. Account Twitter  @georgegalloway

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti