Venezuela: oltre 13 mila cittadini rientrati grazie al Plan Vuelta a la Patria

Venezuela: oltre 13 mila cittadini rientrati grazie al Plan Vuelta a la Patria

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 

Totalmente oscurato dai nostri media è l’incessante ritorno in patria di tanti cittadini venezuelani che avevano deciso di lasciare il paese a causa delle difficoltà economiche derivanti dalle illegali sanzioni imposte contro il Venezuela dagli Stati Uniti. 

 

Un totale di 13 mila e 900 venezuelani sono stati rimpatriati attraverso il Plan Vuelta a la Patria, un programma sociale lanciato dal Presidente della Repubblica, Nicolas Maduro, nel 2018 allo scopo di riportare in patria quei connazionali che negli ultimi anni hanno lasciato il paese ma vogliono far ritorno in patria. 

 

A renderlo noto è il presidente di Conviasa, Ramón Velásquez, in una dichiarazione rilasciata a Venezolana de Televisión (VTV). 

 

Velasquez ha inoltre spiegato che è previsto il ritorno in patria di 90 cittadini venezuelani dall’Argentina che hanno dovuto transitare per l’Uruguay visto il diniego opposto dal presidente argentino Mauricio Macri al rimpatrio di questi cittadini venezuelani residenti in Argentina. 

 

«Abbiamo ancora una lunga lista di venezuelani, il nostro presidente ha dato la sua parola che li accompagneremo a casa e dobbiamo farlo», ha dichiarato il dirigente venezuelano. 

 

Nella prima settimana di maggio è prevista una nuova giornata di voli dedicati al Plan Vuelta a la Patria nella quale di prevede di rimpatriare cittadini venezuelani provenienti da Ecuador, Perú e Repubblica Dominicana. 

 

Da quando il presidente Nicolas Maduro ha annunciato lo scorso mese di agosto, il Plan Vuelta a la Patria, migliaia di uomini, donne e bambini hanno ritrovato le loro famiglie. 

 

Inoltre, il piano include non solo le operazioni logistiche per il ritorno, ma l'inserimento nel sistema di protezione sociale del governo bolivariano. 

Potrebbe anche interessarti

È il "Salvini russo" il nuovo eroe dei giornali italiani di Francesco Erspamer  È il "Salvini russo" il nuovo eroe dei giornali italiani

È il "Salvini russo" il nuovo eroe dei giornali italiani

Davvero questo mondo non ha più bisogno di comunismo? di Giorgio Cremaschi Davvero questo mondo non ha più bisogno di comunismo?

Davvero questo mondo non ha più bisogno di comunismo?

Tik Tok bloccato ai minorenni. YouTube per un caso simile niente di Francesco Santoianni Tik Tok bloccato ai minorenni. YouTube per un caso simile niente

Tik Tok bloccato ai minorenni. YouTube per un caso simile niente

Europei, Uiguri e i deliri di Washington   di Bruno Guigue Europei, Uiguri e i deliri di Washington

Europei, Uiguri e i deliri di Washington

I tecnocrati di Bruxelles temono più il contagio da Brexit di Giuseppe Masala I tecnocrati di Bruxelles temono più il contagio da Brexit

I tecnocrati di Bruxelles temono più il contagio da Brexit

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti