Veto del governo francese alla cessione di Carrefour ai canadesi

Veto del governo francese alla cessione di Carrefour ai canadesi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il ministro dell'economia francese Bruno Le Maire mette il veto all'offerta di acquisto di Carrefour da parte dei canadesi di Couche-Tard. 

Con una mossa a sorpresa, Couche-Tard, con sede in Quebec, ha dichiarato mercoledì di aver presentato un'offerta non vincolante di 20 euro per azione per il gruppo di alimentari francese, valutando la società francese 16,2 miliardi di euro (19,72 miliardi di dollari).

La motivazione di Le Maire non potrebbe essere più chiara e la riporta Reuters. Carrefour è "anello essenziale della catena della sicurezza alimentare dei francesi per la loro sovranità alimentare".

Inutile fare i paragoni con la politica italiana che nel nome della globalizzazione, di un malinteso cosmopolitismo e di uno stolto europeismo ha permesso la cessione agli stranieri di quasi tutti i componenti strategici del tessuto produttivo italiano, dall'acciaio, a molte banche, passando proprio per l'industria agroalimentare e per finire con l'automobile.

Siamo stati governati da una massa di babbei, e in qualche caso anche da qualche corrotto.

Giuseppe Masala

Giuseppe Masala

Giuseppe  Masala, nasce in Sardegna nel 25 Avanti Google, si laurea in economia e  si specializza in "finanza etica". Coltiva due passioni, il linguaggio  Python e la  Letteratura.  Ha pubblicato il romanzo (che nelle sue ambizioni dovrebbe  essere il primo di una trilogia), "Una semplice formalità" vincitore  della terza edizione del premio letterario "Città di Dolianova" e  pubblicato anche in Francia con il titolo "Une simple formalité" e un  racconto "Therachia, breve storia di una parola infame" pubblicato in  una raccolta da Historica Edizioni. Si dichiara cybermarxista ma come  Leonardo Sciascia crede che "Non c’è fuga, da Dio; non è possibile.  L’esodo da Dio è una marcia verso Dio”.

 

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti