Xi Jinping in Asia Centrale: successo diplomatico e legami rafforzati

Xi Jinping in Asia Centrale: successo diplomatico e legami rafforzati

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

In un’atmosfera di applausi scroscianti e standing ovation, il Presidente cinese Xi Jinping ha conferito la Medaglia dell'Amicizia della Cina al Presidente tagiko Emomali Rahmon durante una cerimonia solenne a Dushanbe, Tagikistan, come riportano i media cinesi.

La cerimonia, tenutasi al Palazzo della Nazione, residenza ufficiale del Presidente tagiko, è stata caratterizzata da un clima di grande emozione e rispetto. Rahmon, visibilmente commosso, ha espresso la sua gratitudine ponendo la mano destra sul cuore e definendo Xi Jinping "uno dei pochi grandi leader del nostro tempo con una visione globale".

Questo gesto ha suscitato un'ulteriore standing ovation dal pubblico presente.

Nel suo discorso, Rahmon ha sottolineato l’importanza della visita di stato di Xi, affermando: "Caro amico e fratello, credo che il risultato della tua visita aprirà un nuovo e illustre capitolo nella storia delle relazioni tra i nostri due paesi."

La visita di Xi in Asia Centrale ha avuto come momento culminante la sua partecipazione al 24° incontro del Consiglio dei Capi di Stato dell'Organizzazione di Shanghai per la Cooperazione (SCO) ad Astana, capitale del Kazakistan. Il Ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha descritto la visita come un "completo successo", sottolineando come abbia rafforzato la fiducia strategica reciproca tra la Cina e i paesi coinvolti e ampliato il "circolo di amici" della Cina.

Durante il vertice della SCO, Xi ha enfatizzato l'importanza dell'unità e della cooperazione per affrontare le sfide globali. Sono stati adottati la Dichiarazione di Astana e una serie di documenti che coprono vari settori, tra cui economia, finanza, sicurezza, cultura e sviluppo istituzionale.

La visita di Xi in Kazakistan, la sua quinta nel paese, è stata segnata da calorose accoglienze e gesti di buona volontà, riflettendo il forte legame personale tra Xi e il Presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev. I due leader hanno riaffermato la loro volontà politica di avanzare nella costruzione di una comunità sino-kazaka con un futuro condiviso e hanno pianificato di raddoppiare il volume del commercio bilaterale, ampliando le partnership nei settori chiave come energia, connettività, minerali strategici ed economia digitale.

Durante la sua visita di tre giorni in Tagikistan, Xi ha tenuto colloqui con Rahmon, incontrato la stampa e presieduto la firma di oltre 20 accordi di cooperazione. Hanno anche inaugurato insieme il nuovo edificio del governo e del parlamento tagiko, costruito con l'aiuto della Cina.

Wang Yi ha evidenziato come le interazioni tra Xi e Rahmon siano sempre state caratterizzate da pensieri sinceri, con il lato tagiko che esprimeva gratitudine alla Cina e ammirazione per Xi.

Xi ha anche tenuto una serie di incontri bilaterali a margine del vertice della SCO, ribadendo l’impegno di Pechino nella modernizzazione cinese e condividendo con vari paesi le opportunità emergenti dal suo sviluppo. Secondo Andrey Seleznev, direttore dell'Istituto Confucio presso l'Università Statale Linguistica di Mosca, il viaggio di Xi in Asia Centrale ha rafforzato le relazioni della Cina con i paesi della regione a livello economico e interpersonale, segnalando la disponibilità della Cina ad aprire ulteriormente il suo mercato ai paesi dell'Asia Centrale.

I messaggi provenienti da Pechino durante il vertice della SCO hanno risuonato fortemente tra i leader e gli osservatori presenti. Rahmon, uno dei leader fondatori della SCO, ha elogiato l'organizzazione per il suo impegno nello sviluppo globale e per aver insegnato "come coesistere, cooperare e prosperare insieme".

Dicky Budiman, ricercatore di salute pubblica presso la Griffith University nel Queensland, Australia, ha sottolineato l'importanza delle parole di Xi riguardo alle significative trasformazioni nel panorama globale e la necessità di unità e cooperazione tra gli Stati membri per affrontare questi cambiamenti.

"In questi tempi di trasformazioni globali, gli sforzi collaborativi saranno cruciali per costruire un futuro resiliente ed equo per tutti," ha dichiarato Budiman, riflettendo sulla visione di Xi per affrontare le sfide contemporanee attraverso solidarietà, fiducia reciproca e sicurezza cooperativa.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Public enemy di Giuseppe Giannini Public enemy

Public enemy

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti di Andrea Puccio Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti

Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti