Yemen, attacco della coalizione saudita su un hotel provoca 35 morti

Yemen, attacco della coalizione saudita su un hotel provoca 35 morti

Un altro terribile massacro dell'Arabia saudita compiuto nello Yemen con l'appoggio di USA e Gran Bretagna ha provocato la morte di più di 30 persone nei pressi di Sanaa.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Un nuovo bombardamento della coalizione guidata dall'Arabia Saudita ha colpito un albergo vicino alla capitale yemenita di Sanaa, uccidendo decine di persone, lo ha riferito l'agenzia 'AFP', citando i funzionari di sicurezza dello Yemen.


 
 
 
I funzionari hanno stimato che circa 60 persone sono state uccise e 13 ferite nell'attacco.
 
Secondo Hussein al-Tawil, direttore del ramo locale della della Mezzaluna Rossa Yemenita, fino ad ora sono stati recuperati 35 corpi, ma si prevede che potrebbero essere trovati altri.
 
I testimoni oculari, tra cui un medico, hanno sottolineato che l'hotel a due piani ad Arhab, a circa 35 chilometri a nord di Sana'a, è stato completamente distrutto nell'attacco. Molti corpi devono ancora recuperati dalle macerie, mentre due erano situati all'ultimo piano.
 
La campagna aerea contro i guerriglieri Houthi è stata intensificata negli ultimi mesi, con un totale di 5.676 attacchi registrati nei primi sei mesi del 2017, rispetto a 3.936 effettuati nel corso del 2016, secondo una relazione pubblicata la settimana scorsa dal gruppo di Protezione dello Yemen, guidata dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR).
 

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Covid 19: la situazione in Russia di Marinella Mondaini Covid 19: la situazione in Russia

Covid 19: la situazione in Russia

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Camilla e la città di Omelas di Antonio Di Siena Camilla e la città di Omelas

Camilla e la città di Omelas

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

I migranti in Libia: “Riportateci a casa” di Michelangelo Severgnini I migranti in Libia: “Riportateci a casa”

I migranti in Libia: “Riportateci a casa”

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti