Fernando Buen Abad: « Il Venezuela non è la menzogna raccontata dall'oligarchia»

Fernando Buen Abad: « Il Venezuela non è la menzogna raccontata dall'oligarchia»

Lo studioso della comunicazione messicano, insieme ad altri 100 intellettuali provenienti da 18 paesi diversi, parteciperà fino al 14 di aprile a un forum organizzato in Venezuela dalla 'Red de Intelectuales, Artistas y Movimientos Sociales en Defensa de la Humanidad'

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



«Il Venezuela non è la menzogna raccontata dall'oligarchia. Il Venezuela è speranza. Il Venezuela rappresenta una vera possibilità di futuro», queste le parole del filosofo messicano Fernando Buen Abad ai microfoni dell'emittente pubblica Venezolana de Televisión, rilasciate nell'ambito del programma La Librería Mediática. 

 

Lo studioso della comunicazione messicano, insieme ad altri 100 intellettuali provenienti da 18 paesi diversi, parteciperà fino al 14 di aprile a un forum organizzato in Venezuela dalla 'Red de Intelectuales, Artistas y Movimientos Sociales en Defensa de la Humanidad'. Uno spazio dove gli intellettuali hanno deciso di far sentire la propria voce in appoggio alla Repubblica Bolivariana, che si trova alle prese con sfide importanti e decisive. 

 

Buen Abad ha inoltre sottolineato che nonostante la narrazione tossica di alcuni mezzi di comunicazione «che stanno raccontando al mondo orrori sul Venezuela», il popolo è determinato nella lotta per superare la difficile congiuntura economica, prodotto della drastica caduta del prezzo del petrolio, della crisi mondiale e della tremenda guerra economica scatenata contro il governo bolivariano. 

 

Il filosofo ha poi spiegato che questo vertice darà la possibilità di affrontare un tema chiave come la dipendenza tecnologica in materia di comunicazione e la pretesa di concepire la comunicazione come una merce. 

 

Secondo Buen Abad una possibile soluzione a questi problemi è rappresentata dai mezzi di comunicazione alternativi, che sono sintonizzati sulla stessa lunghezza d'onda dei popoli in marcia verso libertà e giustizia. 

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico di Pasquale Cicalese Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli