/ Video. Gli Usa testano un missile ICBM e avvisano: "Siamo prepara...

Video. Gli Usa testano un missile ICBM e avvisano: "Siamo preparati ad usare armi nucleari"

 


 
Ieri sera alle 11:01 PST nella base aerea di Vandenberg, California, per la seconda volta questa settimana, gli Stati Uniti hanno testato un missile balistico intercontinentale. Cercando di dimostrare la loro capacità nucleare in un momento di crescenti tensioni strategiche con la Russia, la Corea del Nord e Cin, gli Stati Uniti hanno lanciato il missile disarmato Minuteman III ad una velocità che ha raggiunto i 24.000 km orari ed è atterrato una mezz'ora più tardi a 4.200 miglia (6.500 km) di distanza nelle Isole Marshall del Pacifico del sud. Lo riporta Zero Hedge.
 
L'intero lancio è stato immortalato in un video, rilasciato da Vandenberg appena 4 giorni dopo il precedente lancio ICBM. Più inquietante del lancio è stata la retorica utilizzata: invece di descriverla come un altro test di routine, il vice segretario alla Difesa Robert Work, che ha assistito al lancio, ha detto che le prove degli Stati Uniti servono ad inviare un messaggio ai rivali strategici come la Russia, la Cina e la Corea del Nord: Washington ha un arsenale nucleare efficace.
"Questo è esattamente il motivo per cui facciamo tutto questo", ha detto ai giornalisti di lavoro prima del lancio. "Noi, i russi e i cinesi abitualmente facciamo test di prova per dimostrare che i missili operativi che abbiamo sono affidabili. E questo è un segnale ... che siamo pronti ad usare armi nucleari in difesa del nostro paese, se necessario."
 
Come aggiunge Reuters, il dimostrare l'affidabilità della forza nucleare ha assunto ulteriore importanza di recente perché l'arsenale americano è vicino alla fine della sua vita fisiologica e un'ondata di scandali nella forza nucleare hanno sollevato interrogativi sulla capacità di risposta.
 
Il Dipartimento della Difesa ha versato milioni di dollari per migliorare le condizioni per le truppe responsabili per il personale e il mantenimento dei sistemi nucleari. 
 
Il bilancio della difesa finale del presidente Barack Obama, colui che dopo l'elezione e il premio Nobel per la pace aveva promesso una de-nuclearizzazione del mondo nel noto discorso di Praga - ha previsto un aumento $ 1,8 miliardi per la spesa delle armi nucleari, visto l'invecchiamento dei bombardieri del paese.
 
Se solo il comitato Nobel potesse vedere questo video oggi.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa