A Palermo si costruirà una grande nave da guerra per il Qatar

A Palermo si costruirà una grande nave da guerra per il Qatar

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Una nave destinata alla flotta della marina militare del Qatar sarà costruita ai Cantieri navali di Palermo.

Tra le prime a dare la notizia, la Fiom Palermo che nella mattina del venerdì è stata convocata, insieme alle altre organizzazioni sindacali di categoria, dalla Fincantieri che l'ha messa al corrente del fatto.

Il taglio della prima lamiera è previsto a metà del prossimo mese. Il varo è previsto per la fine del 2022. La nave, di tipologia Landing platform dock (LpD), sarà lunga 150 metri e sarà composta di 3.700 tonnellate di acciaio.

Si tratta di un ritorno alla costruzione navale, dopo decenni di ristrutturazione per i cantieri navali del capoluogo siciliano.

E'  un grande risultato perché da anni rivendichiamo la costruzione di un'intera nave a Palermo, che completa la mission produttiva del cantiere - dichiarano Angela Biondi e Francesco Foti della Fiom di Palermo congiuntamente alle Rsu Fiom dello stabilimento Serafino Biondo e Davide Vitale –  Questa nave porterà ulteriore lavoro che si aggiungerà alla costruzione dei tronconi con una previsione complessiva di oltre un milione di ore di lavoro. Tutto questo porterà stabilità lavorativa per gli operai del cantiere e del suo indotto e benefici economici per tutta la città. Auspichiamo che sia la prima di una lunga serie per dare prospettiva al Cantiere navale di Palermo e soprattutto occupazione ai tanti metalmeccanici palermitani e siciliani.

Ovviamente l'annuncio oltre a numerosi entusiasmi per i risvolti economici e lavorativi, non ha mancato però per via della natura della commessa e in particolare del paese committente, di sollevare anche critiche sul piano etico.

Emblematica l'esternazione del giornalista siciliano Antonio Mazzeo, che spesso ha scritto in tema di militarizzazione, sul proprio profilo fb: il futuro dei Cantieri navali di Palermo? Produrre la nave anfibia d'assalto per la Marina militare del petro-emirato del Qatar. La "riconversione" a fini militari benedetta dal sindaco Leoluca Orlando e dalle maggiori organizzazioni sindacali siciliane.

La Sicilia è proprio messa male....

 

Francesco Fustaneo

Francesco Fustaneo

Laureato in Scienze Economiche e Finanziarie presso l'Università degli Studi di Palermo.
Giornalista pubblicista dal 2014, ha scritto su diverse testate giornalistiche e riviste tra cui l'AntiDiplomatico, Contropiano, Marx21, Quotidiano online del Giornale di Sicilia. 
Si interessa di geopolitica, politica italiana, economia e mondo sindacale

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato di Savino Balzano Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

La situazione Nato-Russia precipita di Giuseppe Masala La situazione Nato-Russia precipita

La situazione Nato-Russia precipita

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza di Damiano Mazzotti La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro... di Gilberto Trombetta Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro...

Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti