Blinken annuncia 1 miliardo di dollari in più per l’Ucraina, compreso l’uranio impoverito

Blinken annuncia 1 miliardo di dollari in più per l’Ucraina, compreso l’uranio impoverito

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di Kyle Anzalone - Antiwar.com

Il segretario di Stato Antony Blinken ha annunciato che Washington invierà oltre 1 miliardo di dollari in aiuti aggiuntivi all’Ucraina. I fondi includono 275 milioni di dollari per l’esercito, 300 milioni di dollari per la polizia e oltre 200 milioni di dollari in assistenza umanitaria. Il pacchetto di armi comprende l’uranio impoverito, noto per avere gravi conseguenze sulla salute e sull’ambiente.

L’eminente diplomatico nordamericano ha spiegato che armi per un valore di 175 milioni di dollari saranno trasferite dagli Stati Uniti all’Ucraina sotto l’autorità presidenziale di prelievo. Blinken ha fatto l'annuncio mentre incontrava gli alti funzionari ucraini e partecipava a servizi fotografici a Kiev.

Secondo il Dipartimento della Difesa, il pacchetto comprende attrezzature per supportare i sistemi di difesa aerea, munizioni per HIMARS, proiettili di artiglieria da 155 mm e 105 mm. Il Pentagono fornisce anche sistemi di mortai e proiettili da 81 mm, munizioni per carri armati all'uranio impoverito da 120 mm, missili TOW, sistemi anti-corazza Javelin e AT-4, munizioni per armi leggere, sistemi di navigazione aerea tattica, sistemi di comunicazione tattici sicuri e attrezzature di supporto e munizioni da demolizione.

Il pacchetto è il quarantaseiesimo approvato dalla Casa Bianca durante l'amministrazione Joe Biden. È la prima volta che Washington approva il trasferimento di uranio impoverito all’Ucraina. Le munizioni sono tossiche e sono collegate alle patologie quale cancro e a difetti congeniti nei luoghi in cui sono state utilizzate, compreso l’Iraq.

Il Pentagono riferisce che il totale degli aiuti militari all’Ucraina supera i 43 miliardi di dollari. Blinken ha precisato che Kiev riceverà inoltre 100 milioni di dollari in sovvenzioni per acquistare armi in futuro.

Blinken ha sottolineato che l'annuncio degli aiuti era un requisito per realizzare il viaggio in Ucraina: "Non andare mai a casa di qualcuno senza portare un regalo per l'inaugurazione della casa", ha spiegato al suo arrivo a Kiev. "Siamo venuti a fornire ulteriore assistenza all'Ucraina in molteplici aree, ma tale assistenza in realtà non significa nulla a meno che non venga utilizzata in modo efficace." Mentre era a Kiev, il diplomatico si è impegnato in servizi fotografici, tra cui tenere in braccio un cucciolo in un ospedale pediatrico.

Durante una conferenza stampa con la sua controparte ucraina, Blinken ha detto di aver visitato un cimitero di guerra all'inizio della giornata e oltre ad a sottolineare di essersi emozionato nel vedere i volti di così tanti giovani ucraini morti.

Mentre Blinken accusa il presidente russo Vladimir Putin di essere l’unico responsabile della loro morte, Washington ha spinto Kiev in una situazione militare impossibile da vincere. Prima dell’invasione russa dell’Ucraina, la Casa Bianca aveva rifiutato di negoziare un accordo con il Cremlino che avrebbe potuto evitare la guerra. Subito dopo l’invasione, Washington ha interrotto i colloqui tra Kiev e Mosca.

Negli ultimi mesi, gli Stati Uniti hanno spinto l’Ucraina a lanciare un’offensiva che, secondo il Pentagono, avrebbe causato gravi perdite a Kiev. Washington ha costretto Kiev a mettere in atto tattiche che avrebbero causato perdite così elevate, nonostante la comunità dell’intelligence statunitense ritenesse che l’offensiva avesse poche possibilità di successo.

 

Una rosa bianca in onore di José Martí di Geraldina Colotti Una rosa bianca in onore di José Martí

Una rosa bianca in onore di José Martí

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti