Con 184 voti a favore, Onu condanna embargo Usa contro Cuba

Con 184 voti a favore, Onu condanna embargo Usa contro Cuba

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Oggi, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU) ha approvato una risoluzione che chiede la fine del blocco commerciale, economico e finanziario che gli Stati Uniti mantengono contro Cuba da quasi 60 anni.

La risoluzione presentata dall'Avana, intitolata 'Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d'America contro Cuba', ha ottenuto 184 voti favorevoli, tre astenuti e due contrari (da Stati Uniti e Israele).

"Ancora una volta, dalle Nazioni Unite, il mondo dice no all'aggressione e alle politiche senza successo degli Stati Uniti contro Cuba", ha affermato il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez, attraverso il suo account Twitter.

Ha aggiunto che questo voto raggiunto all'Onu "è una grande vittoria per il popolo cubano, per la giustizia e per la verità".

Dal 1992, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha sostenuto ogni anno (tranne nel 2020, che non è stato eseguito a causa della pandemia di coronavirus) le risoluzioni che chiedono la fine dell'embargo di Washington contro Cuba; tuttavia, gli Stati Uniti mantengono tale politica sull'isola.

"Sono passati 28 anni di rifiuto mondiale del blocco. I promotori del blocco sono rimasti senza argomenti. I solidali rafforzano il loro sostegno", ha affermato il presidente cubano Miguel Díaz-Canel.

Il presidente ha aggiunto: "Siamo tornati e torneremo all'Assemblea generale delle Nazioni Unite finché esisterà il blocco. Perché rispettiamo la comunità internazionale, tanto quanto l'impero la ignora e la manca di rispetto".

Effetti del blocco

Durante il suo discorso alla sede delle Nazioni Unite, Rodríguez ha riferito che i danni accumulati in sei decenni di blocco hanno raggiunto i 147.853 milioni di dollari .

Il ministro degli Esteri ha osservato che Washington ha approfittato della pandemia per aumentare la pressione contro Cuba.

"Il governo degli Stati Uniti ha assunto il COVID-19 come alleato nella sua spietata guerra non convenzionale, intensificando deliberatamente e opportunisticamente il blocco economico, commerciale e finanziario e causando perdite record di circa 5 miliardi di dollari " , ha ricordato.

Solo in termini di salute, si legge in un comunicato della cancelleria cubana, gli effetti sono stati pari a 198.348 mila dollari tra aprile e dicembre 2020; Questa cifra è di 38 milioni in più rispetto a quella riportata tra aprile 2019 e marzo 2020.

"Il governo degli Stati Uniti ha deliberatamente ostacolato l'importazione delle forniture necessarie per far fronte al covid-19", ha sottolineato il ministero degli Esteri.

Secondo le informazioni del Ministero degli Affari Esteri, "durante il governo di Donald Trump (2017-2021), contro Cuba sono state applicate 243 misure coercitive unilaterali, 55 delle quali solo nel 2020, che si sono distinte per sistematicità e intenzionalità."

 

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori? di Savino Balzano Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La violenza di Schrodinger di Gilberto Trombetta La violenza di Schrodinger

La violenza di Schrodinger

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti