Da Pianista a rider, Adriano Urso vittima di un sistema economico infame

Da Pianista a rider, Adriano Urso vittima di un sistema economico infame

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 

 

La morte di Adriano Urso, pianista Jazz, 41 anni, avvenuta questo pomeriggio, non dovrebbe essere considerata solo per le conseguenze della pandemia.

Adriano Urso è stato vittima anche di un sistema economico che nella sua deriva ha cancellato ogni tutela e diritto. Bene ricordare che chi ha dato un colpo mortale all'abolizione delle conquiste degli anni 60' 70' del novecento, come l'Articolo 18, oggi è l'ago della bilancia della politica nazionale.

I lavoratori dello spettacolo, "quelli che ci fanno divertire", come disse qualcuno a Palazzo Chigi, sono stati fra i più penalizzati con la chiusura dei locali, dei teatri, dei cinema, per il lockdown. I sussidi sono stati imbarazzanti, non degni, e neanche tutti coloro che orbitano nel settore hanno ricevuto un minimo ristoro.

Adriano, pur di sopravvivere, quindi, aveva accettato un lavoro di rider, faceva consegne con la sua Fiat 750 Special.Rimasto in panne con la sua auto, lo sforzo gli è stato fatale ed è morto per infarto.

Eduardo nella commedia "Napoli Milionaria", scritta nel 1945, diceva, giustamente, non si può dare la colpa di tutto alla guerra. Si riferiva ai ladri, sostenendo che non lo si diventa per colpa della guerra. Chi è ladro, lo è sempre.

In questo caso, oggi, 13 gennaio 2021, non possiamo dire che Adriano è morto solo perché la pandemia e i lockdown hanno portato alla chiusura dei locali.

Adriano è morto, altri tentano il suicidio, perché questo infame sistema economico, che pennivendoli e politici corrotti difendono, è la causa principale del problema.

In un sistema senza tutele, senza diritti, che considera la cultura un orpello, se non genera profitti, permette che chi lavora in un settore, quello della cultura della musica dello spettacolo, che dovrebbe essere vitale per l'Italia, si riduca a cambiare mestiere, ad accettare qualsiasi cosa andando incontro alla morte.

I giornali, tutti, sulla morte di Adriano dovrebbe avere il coraggio di titolare: 'Alberto da pianista a rider, vittima di un sistema economico infame.'

Lasciamo perdere i vaccini, le mascherine, le polemiche sterili, altrimenti ci saranno altri Adriano morti, non per infarto, ma per suicidio. La mancanza di tutele, lavoro dignitoso, diritti, reddito sono problemi che esistevano già prima dell'emergenza Covid-19.

Facciamo presto!

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

È il "Salvini russo" il nuovo eroe dei giornali italiani di Francesco Erspamer  È il "Salvini russo" il nuovo eroe dei giornali italiani

È il "Salvini russo" il nuovo eroe dei giornali italiani

Davvero questo mondo non ha più bisogno di comunismo? di Giorgio Cremaschi Davvero questo mondo non ha più bisogno di comunismo?

Davvero questo mondo non ha più bisogno di comunismo?

Tik Tok bloccato ai minorenni. YouTube per un caso simile niente di Francesco Santoianni Tik Tok bloccato ai minorenni. YouTube per un caso simile niente

Tik Tok bloccato ai minorenni. YouTube per un caso simile niente

Europei, Uiguri e i deliri di Washington   di Bruno Guigue Europei, Uiguri e i deliri di Washington

Europei, Uiguri e i deliri di Washington

I tecnocrati di Bruxelles temono più il contagio da Brexit di Giuseppe Masala I tecnocrati di Bruxelles temono più il contagio da Brexit

I tecnocrati di Bruxelles temono più il contagio da Brexit

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti