Esequibo. i presidenti di Venezuela e Guyana si incontreranno il 14 dicembre

Esequibo. i presidenti di Venezuela e Guyana si incontreranno il 14 dicembre

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Attraverso vari comunicati e dopo l'intermediazione del presidente del Brasile, Luis Inacio Lula Da Silva, e del primo ministro di Saint Vincent e Grenadine, Ralph Gonsalves, è stato confermato che il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, e il primo ministro della Guyana, Irfaan Ali, si incontreranno il 14 dicembre alle ore 10 a Saint Vincent e Grenadine, "al fine di preservare l'aspirazione a mantenere l'America Latina e i Caraibi come una zona di pace, senza interferenze di attori esterni".

"Dati gli eventi e le circostanze riguardanti la disputa territoriale (...) abbiamo valutato, nell'interesse di tutti (...), l'urgente necessità di disinnescare il conflitto e di istituire un vero e proprio dialogo faccia a faccia tra i Presidenti della Guyana e del Venezuela", ha affermato il  primo ministro di Saint Vincent e Grenadine, Ralph Gonsalves. 

L'incontro è promosso dalla Comunità degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (CELAC) e dalla Comunità dei Caraibi (CARICOM).

Nell'invito, Ralph Gonsalves che attualmente è anche il presidente pro-tempore della Celac ha confermato che i presidenti di Venezuela e Guyana hanno richiesto la presenza del presidente del Brasile, Luis Inácio Lula da Silva come mediatore.

Ha inoltre assicurato che i presidenti Maduro e Ali "concordano nella ricerca di una coesistenza pacifica, nell'applicazione e nel rispetto del diritto internazionale e nell'evitare l'uso o la minaccia della forza".

“Entrambi hanno dimostrato pubblicamente il loro impegno per i Caraibi come zona di pace e per il mantenimento del diritto internazionale", si legge nel documento diffuso da Ralph Gonsalves.

Sabato pomeriggio, il Venezuela ha annunciato che il presidente venezuelano ha avuto una conversazione telefonica con Lula da Silva, il primo ministro di Saint Vincent e Grenadine e il segretario generale delle Nazioni Unite (ONU), António Guterres.

Un comunicato ha informato del prossimo incontro ad alto livello tra Venezuela e Guyana, con l'obiettivo di "mantenere l'America Latina e i Caraibi come una zona di pace, senza interferenze da parte di attori esterni".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza di Leonardo Sinigaglia Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Genocidio, il tabù della parola di Giuseppe Giannini Genocidio, il tabù della parola

Genocidio, il tabù della parola

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo di Paolo Arigotti La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti