Export italiano in Cina. Gli ultimi stupefacenti dati di aprile

Export italiano in Cina. Gli ultimi stupefacenti dati di aprile

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

A luglio era diceria, vabbé, si diceva, sono voci. Quali erano queste voci? Che il governo cinese invitava le imprese cinesi ad importare beni italiani.

Ne seguì una lunga marcia, un mese sembrava si arrestasse, ma poi proseguì.

Nel mese di marzo la Cina aveva aumentato l'import del 69% dall'Italia, ma sembrava l'onda lunga della decisione di maggio 2020.

Poi i rapporti con l'Italia sembravano raffreddati, a causa dell'ostracismo sia del governo sia, soprattutto dei media italiani.

E invece no. Non scalfisce l'amicizia che i cinesi provano per noi, nonostante tutto.

Prova? Oggi la General Administration of Customs, il ministero delle dogane cinese, ha pubblicato le tabelle relative al mese di aprile. L'import di beni italiani è aumentato del 71% (avete letto bene, altrimenti andate nel sito), il più alto dei paesi occidentali e il secondo di tutto il mondo (ci precede l'India con il 94%).

Morale della favola: stiamo ai fatti, un continente di 1,4 miliardo di persone è amico nostro, nonostante tutto. A molti può non piacere, ma cosa pensate che facciano gli altri, compreso gli Usa?

Attaccano e poi fanno grossi affari con loro. E attaccano principalmente per avere più concessioni economiche, da veri mercenari.

Abbiamo una millenaria civiltà, non siamo nati 300 anni fa come gli Usa. Conserviamola e facciamola nuovamente nostra. Dialoghiamo con chi ha 4 mila anni di civiltà, e quello che ci chiedono, per ammirazione, amicizia e rispetto nei nostri confronti. Quel rispetto che gli "alleati" nostri spesso ci negano.

Pasquale Cicalese

Pasquale Cicalese

 

Economista. Ha aperto un canale telegram: pianocontromercato
 
 

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti