F-16, "bersagli legittimi" e NATO. Cosa ha detto (veramente) Vladimir Putin

F-16, "bersagli legittimi" e NATO. Cosa ha detto (veramente) Vladimir Putin

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Marinella Mondaini per l'AntiDiplomatico


Il presidente russo Vladimir Putin ha visitato il 344esimo Centro Statale Addestramento e Riqualificazione del personale dell'aviazione militare del Ministero della Difesa russo e ancora una volta ha chiarito le motivazioni dell’Operazione Speciale Militare russa in Ucraina, che in Occidente vogliono far passare come “invasione” e “aggressione”, ha parlato della NATO e della sorte ineluttabile che aspetta gli F16 se verranno forniti all’Ucraina:

“Nel 2022, gli Stati Uniti hanno speso 811 miliardi di dollari e la Federazione Russa 72 miliardi. La differenza è evidente, più di dieci volte. Le spese per la Difesa degli Stati Uniti corrispondono a circa il 40% della spesa di tutto il mondo per la difesa globale,  la Russia il 3,5%. Perciò, tenendo presente questo rapporto, noi avremmo in mente di combattere con la NATO ?? Questo è semplicemente un delirio! Noi adesso durante l’Operazione Militare Speciale stiamo proteggendo la nostra gente che vive nei nostri territori storici. Se dopo il crollo dell’Unione Sovietica, si fossero costruite, come aveva proposto la Russia, delle relazioni di sicurezza completamente nuove in Europa, oggi non sarebbe successo niente di quello che sta succedendo, non ci sarebbe stata nessuna Operazione Speciale.

Loro avrebbero dovuto tenere conto dei nostri interessi nel campo della sicurezza, noi abbiamo cercato di parlarne, anno dopo anno, decenni dopo decenni,  ma le nostre richieste sono state sempre completamente ignorate e adesso loro sono arrivati direttamente ai nostri confini. Forse siamo noi che ci siamo mossi verso i confini di quei paesi che facevano parte del blocco Nato?? Noi ci siamo avvicinati alla Nato?? Noi abbiamo attraversato l’oceano fino al confine degli Stati Uniti?? Sono loro che si sono avvicinati a noi e hanno attraversato l’oceano per farlo! Quindi noi stiamo proteggendo il nostro popolo nei nostri territori storici.  Pertanto, ciò che stanno dicendo sul fatto che la Russia attaccherà l’Europa dopo l’Ucraina è una assurdità colossale. 

Ma loro dicono questo per intimidire la popolazione allo scopo di estorcerle denaro, hanno bisogno di giustificarsi e quindi spaventano la loro popolazione con la “minaccia russa”, mentre dettano al mondo intero i loro voleri. La Nato adesso si sta allargando nella regione dell’Asia-Pacifico, nel Medio Oriente, in altre regioni del mondo, stanno già entrando in America Latina. E tutto questo con vari pretesti, sotto diverse salse, è sempre la stessa cosa: stanno promuovendo la Nato e trascinando con sé i loro satelliti europei, quelli che a quanto pare credono che tutto ciò corrisponda ai loro interessi nazionali, hanno paura di una Russia grande e forte, ma sbagliano. Noi non abbiamo intenzioni aggressive nei confronti di questi Stati. Non avremmo mai fatto nulla in Ucraina se non ci fosse stato il colpo di Stato e se non avessero poi iniziato la guerra nel Donbass. Sono stati loro a scatenare la guerra nel 2014, dove hanno usato persino l’aviazione, tutti hanno visto le immagini di quando bombardavano Doneck dagli aerei, una città pacifica è stata bombardata con i missili dal cielo! Ma siete diventati pazzi?? Noi abbiamo comunque accettato di fare gli accordi di Minsk. Si è scoperto che ci hanno ingannato, l’hanno tirata lunga per otto anni alla fine e ci hanno costretto a passare a un’altra forma di protezione dei nostri interessi e della nostra gente. Perciò è una totale assurdità che la Russia attacchi gli altri paesi, la Polonia, gli Stati baltici, spaventano persino la popolazione della Repubblica ceca, ma queste sono semplicemente follie, è un altro modo di ingannare la propria popolazione, di estorcere soldi alla gente che porterà questo peso di spesa sulle proprie spalle”.


Poi a Putin viene rivolta questa domanda: “I paesi della NATO stanno pianificando di fornire i loro caccia all’Ucraina. I media stanno discutendo del fatto che gli aerei F-16 saranno utilizzati nella zona dell'Operazione Militare Speciale contro truppe e strutture russe, anche dal territorio dei paesi della NATO. Ci sarà permesso di colpire questi obiettivi negli aeroporti della NATO?  

La risposta del presidente russo: “se consegneranno gli F-16, pare anche che stiano addestrando i piloti, ciò non cambierà la situazione sul campo di battaglia. Noi distruggeremo i loro aerei, proprio come oggi distruggiamo i loro carri armati, i veicoli corazzati e altre attrezzature, compresi i sistemi di razzi a lancio multiplo. Naturalmente, se vengono utilizzati da aeroporti di paesi terzi, diventano per noi un obiettivo legittimo, non importa dove si trovino. E gli F-16 sono anche portatori di armi nucleari, certamente di questo terremo conto quando organizzeremo il lavoro di combattimento”.

Intanto le indagini sulla strage del Crocus City Hall proseguono. I primi risultati confermano pienamente la natura pianificata delle azioni dei terroristi, l’attenta preparazione e il sostegno finanziario da parte degli organizzatori del crimine. In base alle dichiarazioni rilasciate dai 4 terroristi detenuti, allo studio dei dispositivi tecnici che sono stati a loro sequestrati e all'analisi delle informazioni sulle transazioni finanziarie, sono state ottenute prove del loro legame con i nazionalisti ucraini.

L'indagine ha a disposizione dati confermati secondo cui gli autori dell'attacco terroristico hanno ricevuto ingenti somme di denaro e criptovalute dall'Ucraina, che sono state utilizzate per preparare la strage.Un altro sospettato coinvolto in un piano di finanziamento del terrorismo è stato identificato e arrestato. L'indagine chiederà al tribunale di scegliere una misura preventiva sotto forma di detenzione nei suoi confronti.

------

Ogni giorno l'AntiDiplomatico subisce la censura di "fact checker" appartenenti ad organi di stampa con una visione del mondo diversa dalla nostra e da parte di un'agenzia statunitense,"News-Guard", a cui è stato dato il potere di porre "bollini rossi" a giornali online regolarmente registrati come il nostro. Se vuoi continuare a seguire il nostro lavoro ogni giorno, questo è il modo più sicuro.

Marinella Mondaini

Marinella Mondaini

Scrittrice, giornalista, traduttrice. Vive e lavora a Mosca

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?  di Leonardo Sinigaglia Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite di Pasquale Cicalese L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE di Giuseppe Masala Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti