World Affairs/Facebook censura la storia. Considerata "violazione degli standar...

Facebook censura la storia. Considerata "violazione degli standard" la foto della bandiera sovietica innalzata sul Reichstag

 
 

La censura di Facebook di abbatte sul simbolo della vittoria sovietica sulla Germania nazista. Il social statunitense continua infatti ad eliminare l’immagine - con la bandiera colorata - del soldato sovietico che innalzò la bandiera rossa sul Reichstag. Immagine evocativa e simbolica della sconfitta totale della Germania nazista. 

 

Scattata durante la Battaglia di Berlino il 2 maggio 1945, "Alzare la bandiera sul Reichstag" di Yevgeny Khaldei viene spesso in mente quando si parla di celebrazioni della Seconda Guerra Mondiale e del Giorno della Vittoria, sottolinea l’emittente RT. Appare universalmente in letteratura, documentari e, in effetti, nei post sui social media. RT ha persino rievocato il momento iconico come parte del suo progetto V-Day.



 

Ancora più perplessi, quindi, sono stati gli utenti dei social media che hanno provato a pubblicare l'iconico scatto su Facebook il 9 maggio, mentre la Russia celebra i 75 anni dalla sconfitta della Germania nazista. Mentre le versioni vintage in bianco e nero della famosa foto sembravano superare algoritmi FB a pieni voti, la versione abilmente colorata da Olga Shirnina (alias Klimbim) - che mostra la bandiera sovietica nel suo rosso brillante originale - ha fatto scattare campanelli d'allarme.

 

“Il tuo post è contrario alle nostre norme comunitarie su individui e organizzazioni pericolose”, è stato il messaggio mostrato a diversi dipendenti di RT che si erano proposti di verificare i report e hanno tentato di pubblicare l'immagine. L'avvertimento è apparso pochi minuti dopo il completamento dei post, dopo di che l'immagine è svanita del tutto.



 

I dettagli forniti nell'avvertimento descrivono solo genericamente gli argomenti vietati su FB, come il terrorismo e l'incitamento all'odio e alla violenza. Non vi è alcuna indicazione che FB abbia mai associato i simboli sovietici a nessuno nell'elenco, anche se la rete ha una storia di censura errata di alcuni scatti storici.

 

La stessa Shirnina ha provato a pubblicare la foto il 9 maggio, ma è stata sospesa da Facebook per tre giorni per "violazione degli standard della community", secondo uno screenshot che ha pubblicato sul social network russo VK.

 

RT ha inviato una richiesta a Facebook, per ottenere chiarimenti.

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa