FAZ - Per il governo tedesco Bundesbank può continuare a partecipare agli acquisti di obbligazioni dell'Eurosistema

FAZ - Per il governo tedesco Bundesbank può continuare a partecipare agli acquisti di obbligazioni dell'Eurosistema

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



FAZ registra la spedizione a Karlsruhe, del parere del ministro delle finanze socialista Scholz, che già aveva costituito la base per la presa visione del Bundestag. A dispetto di una certa ambiguità del titolista, non si tratta di un nuovo documento.



Ora si attendono tre nuovi atti: (1) la decisione di Bundesbank, che dovrà essere scritta ed essa pure essere inviata a Karlsruhe, (2) l’istanza a Karlsruhe per accesso documentale dei ricorrenti, ai quali Scholz ha negato accesso ai documenti sui quali il proprio parere sostiene FI basarsi, (3) l’istanza a Karlsruhe degli stessi ricorrenti, per una ordinanza esecutiva, che obblighi Bundestag eseguire la sentenza.

A meno che il 5 agosto Bundesbank non esca dal programma PSPP, perché in tal caso la sentenza potrà dirsi felicemente eseguita.



di Shafers Manfred - FAZ


La strada è libera per la Bundesbank

Come già il Bundestag, ora pure il ministro delle finanze Scholz è dell'opinione che BCE abbia sufficientemente esaminato la proporzionalità degli acquisti di obbligazioni.


Il governo federale ha comunicato, ora pure per iscritto, alla Corte costituzionale federale, secondo la sua valutazione, come la Bce abbia adempiuto alle sue direttive. Un portavoce del Ministero federale delle finanze ha confermato venerdì [l’esistenza di] una corrispondente lettera da [il ministro] Olaf Scholz (SPD) al più alto tribunale tedesco.

In quella [lettera], il ministro dovrebbe sostenere la tesi che la decisione del consiglio direttivo [di Bce], in collegamento [in Verbindung mit] coi documenti forniti, soddisfa le richieste della sentenza del maggio di quest'anno.

Secondo la valutazione del ministero federale delle finanze, il test di proporzionalità condotto dal Consiglio direttivo espone in modo comprensibile la ponderazione, che i giudici in toga rossa avevano preteso. In particolare, sarebbero esposte le conseguenze fattuali previste al tempo della rispettiva decisione, del programma di acquisto di obbligazioni PSPP sulle finanze degli Stati membri, sul settore bancario, famiglie, imprese così come sulle banche centrali dell'Eurosistema e poste in rapporto con il suo [di Bce] obiettivo di voler alzare il tasso di inflazione della zona euro nel medio termine al di sotto ma vicino al 2%.


La comunicazione scritta di Scholz è la provvisoria conclusione di un lungo processo. Il suo contenuto giunge meno sorprendente, dopo che sia il governo federale che il Bundestag sono giunti, poche settimane fa, alla medesima conclusione.


Secondo una valutazione generale, non vi è ora più alcun motivo di impedimento, perché Bundesbank, dopo la scadenza dell'ultimatum della Corte costituzionale federale il 5 agosto, non debba continuare a partecipare agli acquisti di obbligazioni dell'Eurosistema.


La Corte costituzionale federale deve occuparsi ancora una volta della questione, nel caso in cui i ricorrenti presentino istanza per un cosiddetto ordine esecutivo [Vollstreckungsanordnung].


(Traduzione e introduzione di Musso)
 

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai