FOTO. Per non dimenticare. 12 luglio 2014. Quando Israele massacrò 18 palestinesi, 6 bambini e 4 donne, a Beit Hanoun

FOTO. Per non dimenticare. 12 luglio 2014. Quando Israele massacrò 18 palestinesi, 6 bambini e 4 donne, a Beit Hanoun

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Di Paola Di Lullo
 
 
Quella paura, a volte, mi paralizza...ancora. Non volevo leggere quei nomi, non volevo più
guardare quelle foto. Eppure, loro, i Palestinesi, che giorno dopo giorno, dimostravano al mondo
intero il senso della Resistenza, chiedevano che lo stesso mondo vedesse. E con le immagini,
vedesse suoi fallimenti, le sue miserie, i suoi intrallazzi economici, le sue beghe politiche...


Gaza, il 12 luglio 2014, l'IOF lanciava su Beit Hanoun l'aggressione più violenta dall'inizio di
Protective Edge. Purtroppo, molte altre sarebbero seguite.
 
Il bombardamento rase al suolo la casa del capo della polizia di Gaza, Taysir al-Batsh, uccidendo 18
persone, tra cui 6 bambini e 4 donne (una delle quali incinta). Persone, nomi, vite, sogni,
futuro, morte...
 
1. Anas Alla’a al-Batsh, 10 anni
2. Qusai Isam al-Batsh, 12 anni
3. Manar Majed al-Batsh, 13 anni
4. Muhammad Isam al-Batsh, 17 anni
5. Ibrahim Majed al-Batsh, 18 anni
6. Yahyia Ala’a al-Batsh, 18 anni
7. Khaled Majed al-Batsh, 20 anni
8. Zakaria Ala’a al-Batsh, 20 anni
9. Mahmoud Majed al-Batsh, 22 anni
10. Marwa Majed al-Batsh, 25 anni
11. Jalal Majed al-Batsh, 26 anni
12. Ahmed Neman al-Batsh, 27 anni
13. Baha’a Majed al-Batsh, 28 anni
14. Nahed Naim al-Batsh, 41 anni
15. Amal Hassan al-Batsh, 49 anni
16. Aziza Yousef al-Batsh, 59 anni
17. Majed Subhi al-Batsh
18. Qusai Ala’a al-Batsh
 
Cosa sono, se non crimini di guerra?
 
Il 20 dicembre 2019 la Corte Penale Internazionale de L’Aia ha aperto un’inchiesta per “crimini di guerra” nei territori palestinesi. Ad annunciarlo è stata la procuratrice capo del tribunale, Fatou Bensouda, che si è detta “convinta che vi sia una base ragionevole per avviare un’indagine sulla situazione in Palestina. In sintesi, sono convinta che crimini di guerra sono stati o vengono commessi in Cisgiordania, in particolare a Gerusalemme est, e nella Striscia di Gaza“.
 
 
Seguono le immagini del massacro. Si astengano dalla visione persone sensibili












 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti