/ "Giochi di potere". Il nuovo film di "denuncia" della CIA per lav...

"Giochi di potere". Il nuovo film di "denuncia" della CIA per lavare la coscienza sporca su Iraq e Siria

 

La trama è la stessa di tanti film di “denuncia” della CIA o di qualche altra struttura imperialista: il “buono” si accorge che c’è qualcosa di marcio nella sua agenzia e, sfuggendo mille pericoli, riesce a rimetterla sulla retta via; il classico prodotto Hollywoodiano capace di promuovere il regime USA anche quando sembrerebbe accusarlo.

Stiamo parlando di  “Giochi di potere”, in uscita in questi giorni, tratto da un libro “autobiografico” di  Michael Soussan, Coordinatore  di quella che è stata – ipocritamente – definita “la più grande operazione umanitaria dell’ONU”: il programma  Oil for Food  (10 miliardi di dollari l’anno); programma che permetteva all’Iraq di bypassare, parzialmente, le sanzioni, imposte dall’ONU, potendo vendere petrolio in cambio di cibo e medicinali. Sanzioni, formalmente, imposte per punire Saddam per una invasione del Kuwait che aveva, in realtà, concordato con gli Stati Uniti. Sanzioni che, secondo la rivista medica The Lancet, hanno fatto morire per fame e malattie più di un milione di iracheni, di cui almeno la metà bambini. Più o meno, la stessa tragedia che le sanzioni stanno provocando oggi in Siria.



Ma per “Giochi di potere” lo scandalo non è questo ma gli inevitabili banditi che si sono arricchiti con il programma Oil for Food. Una ipocrita campagna moralista, che va avanti da anni, e che è servita, anche in Italia ad un feroce regolamento di conti tra squali della Finanza. Il tutto  condito nel film (tanto per essere al passo con i tempi) dalle gesta di una bella guerrigliera curda, martoriata da Saddam e da un trumpiano predicozzo contro l’ONU e la concertazione globale delle decisioni geopolitiche. E c’è pure la frase - stile Reader's Digest - di Ben Kingsley  (“La prima regola in democrazia è che la realtà non deve basarsi sui fatti, ma sul consenso generale”).

Che volete di più per sentirvi a posto con la coscienza?

 
Francesco Santoianni
 

qui il trailer del film:


 
 
 
 
https://www.michaelsoussan.com/
 
http://www.thezeppelin.org/programma-oil-for-food-fallimenti/
 
https://books.google.it/books?id=em-_rrfPAbgC&pg=PA83&lpg=PA83&dq=oil+for+food+imperialismo&source=bl&ots=6jQkW6Qe3k&sig=V7gNfox4-Nu4vD72mXThJFYONcM&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwimwOK4g5LcAhXKKcAKHfrIDo4Q6AEIPTAD#v=onepage&q=oil%20for%20food%20imperialismo&f=false
 
http://www.ilsole24ore.com/fc?cmd=anteprima&artId=711194&chId=30
 
https://albtex.wordpress.com/2009/09/01/scandalo-oil-for-food-formigoni-attacca-il-sole-24ore/
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa