Gli USA espandono la loro presenza permanente in Africa con una base per i droni da 110 milioni di dollari in Niger

Gli USA espandono la loro presenza permanente in Africa con una base per i droni da 110 milioni di dollari in Niger

Il Pentagono consolida la presenza offensiva degli Stati Uniti nell'Africa occidentale con l'installazione di una base speciale di droni da combattimento in Niger

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il portale nordamericano Zero Hedge, ieri, citando il comando degli Stati Uniti in Africa (Africom), ha annunciato l'avvio di una base aerea statunitense, situata a pochi chilometri dalla città di Agadez.


 
Il rapporto rivela che, per ora, il governo degli Stati Uniti non limiterà l'uso dei droni solo per le operazioni di ricognizione, ma, grazie all'istituzione di questo aerodromo, trarrà vantaggio dal primo volo di droni da combattimento per rafforzare le sue offensive nel continente africano.
 
"La costruzione di 'Air Base 201' diventerà uno degli sforzi più forti nella storia dell'Aeronautica degli Stati Uniti", ha dichiarato il generale Michael Rawls, comandante della 435a base aerea di spedizione aerea di Africom.
 
Il comando militare americano ha anche indicato che il costo di costruzione della base aerea 201 supera i $ 110 milioni. Questo centro militare è stato ufficialmente inaugurato venerdì scorso e ha immediatamente iniziato i suoi voli di pattugliamento.
 
Secondo quanto riferito, la base consente operazioni di sorveglianza e ricognizione contro gruppi terroristici che operano in una vasta area del bacino del Lago Ciad, che comprende Ciad, Camerun, Nigeria e Niger.
 
"Senza dubbio, ciò impegnerà ulteriormente il Pentagono (il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti) ad una presenza a lungo termine in Niger, nel mezzo di una più ampia e continua espansione di Africom", afferma il portale.
 
 

Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale di Savino Balzano Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale

Green Pass e lavoro: perché è una misura incostituzionale

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

In difesa di Alessandro Barbero In difesa di Alessandro Barbero

In difesa di Alessandro Barbero

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca di Antonio Di Siena Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti