I caccia Rafale e Typhoon sotto attacco. Gli USA offrono alla Svizzera gli F-35

I caccia Rafale e Typhoon sotto attacco. Gli USA offrono alla Svizzera gli F-35

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Svizzera dopo l’approvazione tramite referendum acquisirà nuovi caccia da combattimento con un budget di oltre 6,5 miliardi di dollari, Washington ha colto subito l'opportunità per offrire i suoi F-35 e F-18 per il paese storicamente neutrale. 

 

La United States Defense Security Cooperation Agency (DSCA) con un comunicato stampa ha annunciato l'intento e la determinazione di possibili vendite militari straniere al governo svizzero per la vendita di quaranta aerei da combattimento F-35 e relative attrezzature, per un valore di 6,58 miliardi di dollari.

 

Parlando dei dettagli del potenziale accordo, il DSCA ha menzionato varie offerte insieme ai 40 jet convenzionali di decollo e atterraggio (CTOL), che includono missili Sidewinder AIM-9X, kit Joint Direct Attack Munitions (JDAM), Mk-82 bombe, bombe GBU-53 di piccolo diametro (SDB) e addestramento associato e attrezzature necessarie per queste munizioni.

 

Oltre a questi sistemi d'arma, l'accordo include anche i "Sistemi di guerra elettronica" a bordo; Comando, controllo, comunicazioni, computer e intelligence / comunicazioni, navigazione e identificazione (C4I / CNI); Autonomic Logistics Global Support System (ALGS); Sistema informativo logistico autonomo (ALIS); Full Mission Trainer; Capacità di impiego delle armi e altri sottosistemi, caratteristiche e capacità; F-35 esclusivi razzi a infrarossi; riprogrammazione dell'accesso al centro; Logistica basata sulle prestazioni dell'F-35; sviluppo / integrazione di software; strumentazione per prove di volo; supporto per traghetti e navi cisterna ", si legge nel comunicato.

 

L'accordo include anche ricambi, manutenzione e formazione del personale. "Il costo totale stimato è di 6,58 miliardi di dollari", ha affermato DSCA. "La vendita proposta sostituirà anche gli F/A-18 in forza alla Svizzera e migliorerà la sua capacità di autodifesa aria-aria e aria-terra", ha aggiunto e ha affermato che le vendite non altererebbero l'equilibrio militare di base nel regione.

 

Sebbene questa fosse la proposta per i caccia stealth F-35, è interessante notare che la proposta per un numero anche ridotto di velivoli F-18 (36 unità) e le apparecchiature associate è collocata più in alto a circa $ 7,5 miliardi.

 

La scelta degli F-35 potrebbe sembrare redditizia per gli svizzeri, tuttavia, sarà interessante scoprire quale jet sceglie il paese. Molti esperti suggeriscono persino che gli Stati Uniti potrebbero essere in una "chiara disperazione" per vendere i "computer volanti" di quinta generazione facendo sembrare l'accordo un'opzione migliore rispetto all'acquisto degli F-18. Altri caccia contendenti offerti agli svizzeri sono l'Eurofighter Typhoon e il francese Rafale.

 

 

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso) di Marinella Mondaini La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO