/ I combattenti iracheni entrano in Siria per evitare che i gruppi ...

I combattenti iracheni entrano in Siria per evitare che i gruppi appoggiati dagli USA conquistino al Bukamal

 

Il nuovo fronte caldo della guerra in Siria è rappresentano dal confine tra Iraq e Siria, ancora occupato dall'ISIS, sul quale gli USA vorrebbero acquisire il controllo servendosi dei gruppi loro foraggiati, come i curdi delle FDS.


Diversi combattenti iracheni delle Unità di mobilitazione popolare, Hashd Al-Sha'abi sono entrati in Siria dal governatorato iracheno di al-Anbar dell'Iraq. Lo hanno riferito gli stessi i membri di questo gruppo ieri sera.
 
Secondo questi combattenti di Hashd Al-Sha'abi, sono entrati in Siria per bloccare le Forze Democratiche Siriane (SDF) sostenute dagli Stati Uniti intenti a conquistare la città di frontiera di Albukamal nella campagna sudorientale di Deir Ezzor.
 
Pur non essendoci ancora conferme,
almasdarnews.com/article/large-iranian-force-taking-part-albukamal-offensive/">c'è da sottolineare una grande presenza di combattenti del Corpo dei Guardiani della Rivoluzione islamica dell'Iran IRGC, e Hezbollah nei pressi del confine iracheno; si può ipotizzare che Hashd Al-Sha'abi si stia coordinando con questi gruppi per sconfiggere l'ISIS a Albukamal.
 
Le forze armate irachene hanno liberato la città di frontiera di Al-Qa'im ieri, portando a termine il lungo regno dell'ISIS su questo imperativo attraversamento che collega il Governatore di Al-Anbar dell'Iraq ella provincia siriana di Deir Ezzor.
 
Fonte: Al Masdar News
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa