Il capo della Shell avverte che la crisi energetica in Europa durerà più di un inverno

Il capo della Shell avverte che la crisi energetica in Europa durerà più di un inverno

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Se pensate ad un solo inverno di sacrificio per la vittoria imminente vittoria della NATO sulla Russia, siete cascati male.

Il Ceo dea Shell, Ben van Beurden, ha avvertito che l'Europa potrebbe aver bisogno di razionare l'accesso all'energia per diversi anni, poiché è probabile che la crisi che sta affrontando la regione durerà più di un inverno.

Questa fosca ma realistica previsione in quanto viene dal capo della più grande compagnia petrolifera e del gas d'Europa è giunta dopo gli ulteriori tagli alle forniture russe che hanno portato i prezzi del gas all'ingrosso europeo a un livello record la scorsa settimana, con la conseguenza di far precipitare l'economia del continente in una profonda recessione.

Van Beurden ha evidenziato, citato dal Financial Times, che la crisi metterebbe alla prova la "solidarietà" tra gli Stati membri dell'UE poiché i governi sono stati costretti a decidere come mantenere in funzione le industrie chiave, mentre la regione si prepara per un futuro senza accesso al gas russo. È improbabile che le pressioni sulle forniture di energia si limitino "a un solo inverno", ha aggiunto. "Può darsi che abbiamo un certo numero di inverni in cui dobbiamo in qualche modo trovare soluzioni attraverso il risparmio di efficienza, il razionamento e una creazione molto, molto rapida di alternative", ha sostenuto. "Che questo sarà in qualche modo facile, o finito, penso sia una fantasia che dovremmo mettere da parte".

Questa è la situazione. Senza riscaldamento, città al buio, aumento delle bollette, benzina, diesel, piccole imprese in crisi con i rincari, industrie ciave in difficoltò, generi di prima necessità che aumentano, ci fermiamo qui, basta e avanza.

Attenzione però, i sacrifici per la NATO e l’Unione Europea potrebbero non bastare.

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti