Il nuovo caccia stealth di quinta generazione J-20B della Cina può abbattere F-35 e Rafale

Il nuovo caccia stealth di quinta generazione J-20B della Cina può abbattere F-35 e Rafale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Una versione aggiornata del caccia da combattimento stealth J-20B cinese è entrata formalmente nella produzione di massa. La modifica gli è valsa il titolo di jet da combattimento di quinta generazione. I caccia di quinta generazione sono definiti dalla tecnologia stealth, dalla velocità di crociera supersonica, dalla super manovrabilità e dall'avionica altamente integrata, scrive The EurAsian Times

 

Il J-20B modificato è stato presentato all'inizio di questa settimana. Alla cerimonia hanno presenziato numerosi leader militari di alto livello, tra cui il vicepresidente generale Zhang Youxia della Commissione Militare Centrale (CMC).

 

Come si comporterebbero i nuovi caccia di Pechino contro i velivoli in forza agli avversari regionali come India, Corea del Sud e Giappone?.

 

La produzione in massa dei caccia J-20B ha dato una spinta enorme all'Aeronautica cinese. Con avversari come India, Giappone e Corea del Sud equipaggiati con moderni caccia come Dassault Rafale e Lockheed Martin F-35, il J-20 cinese originario non offriva molta concorrenza.

 

Tuttavia, con la produzione in serie del J-20B potenziato, l'Aeronautica cinese possiede ora un aereo che livella il campo di gioco nell'Asia-Pacifico. Secondo gli esperti, il J-20B potrebbe rappresentare una dura sfida per gli F-35, e avrebbe semplicemente la meglio sugli F-16 di Taiwan. 

 

Gli Stati Uniti hanno recentemente approvato la vendita di 105 caccia F-35 al Giappone a un costo stimato di 23 miliardi di dollari. Il pacchetto approvato include 63 aeromobili di decollo e atterraggio convenzionali F-35A e 42 varianti a decollo e atterraggio corto F-35 nell'ambito di una decisione del dicembre 2018 del Giappone di aumentare il suo approvvigionamento di F-35 da 42 a 147.

 

L'India riceverà 36 Rafale dalla Francia, la cui consegna ha subito dei ritardi a causa del Covid, e ha in programma di acquisirne ulteriori. Ciò ha portato Pechino a accelerare il proprio programma di jet da combattimento, sostengono gli esperti.

 

Sebbene l'attuale J-20B sia attualmente alimentato dai motori russi Saturn AL-31, Pechino mira a potenziare il jet con il suo motore WS-15 domestico. L’obiettivo è quello di equipaggiare i caccia J-20B con motori prodotti in Cina. 

 

Chengdu Aerospace Corporation (CAC), che produce i J-20, ha già ricevuto "ordini pesanti" dal PLA. CAC ha istituito la sua quarta linea di produzione nel 2019, ognuna con una capacità di produrre circa un J-20 al mese.

 

Una volta che la Cina sarà in grado di alimentare il suo jet da combattimento J-20B con motori di fabbricazione cinese, diventerà il terzo paese dopo Stati Uniti e Russia ad avere un jet da combattimento di quinta generazione completamente sviluppato a livello autoctono.

Potrebbe anche interessarti

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti