Importanti accordi quadro Sapienza-Università bolivariane in Venezuela. "Con la cultura si intensifica l'amicizia tra i popoli"

Importanti accordi quadro Sapienza-Università bolivariane in Venezuela. "Con la cultura si intensifica l'amicizia tra i popoli"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Con incontri intensi con Tania Valentina Díaz, giornalista, già deputata del PSUV  e attualmente Prima vicepresidente dell’Assemblea Nazionale Costituente di Venezuela; Aristóbulo Istúriz Almeida, il Ministro del Potere Popolare per l’Educazione e vicepresidente settoriale per il Socialismo sociale e territoriale del Venezuela; e Villegas ministro della cultura si va a concludere la missione di Luciano Vasapollo e Rita Martufi in Venezuela. Come AntiDiplomatico vi abbiamo aggiornato anche nei giorni passati.





Importanti gli accordi firmati per conto della Sapienza con le università bolivariane. “Abbiamo firmato diversi accordi quadro. Continuano le relazioni culturali tra il mondo della cultura dei due paesi per intensificare l’amicizia tra i due popoli”, ha dichiarato Vasapollo che ha anche sottolineato la visita nell’università bolivariana dei lavoratori. “Totalmente gratuita che forma la classe dei lavoratori da un punto di vista culturale e di interessi di classe.”













Nei suoi incontri l’economista Vasapollo ha ribadito come la crisi del capitalismo è ormai sistemica, di sovrapproduzione. “L’unica soluzione, lo sappiamo, è il keynesianesimo militare o  la guerra militare. La guerra di oggi è psicologica, economica, comunicativa, prima di essere militare. In Libia, la Francia è intervenuta per espropriare con la guerra il petrolio. L’Unione Europea non gli Stati Uniti”, perché, sottolinea Vasapollo, “viviamo oggi uno scontro inter-imperialista” in cui gli Stati Uniti hanno dollarizzato il mondo. “ Nelle riunioni con Pasqualina Curcio e altri economisti abbiamo discusso di slegare il Petro dal dollaro. Tutti siamo d’accordo che per terminare il dominio imperialista bisogna evitare la dollarizzazione dell’economia. Le Criptomonete non vincolate al dollaro possono essere il viatico per la creazione di sistemi alternativi monetari. “Se ci sono paesi non socialisti che vanno in questa direzione è giusto intensificare i rapporti”, ha dichiarato Vasapollo in relazione a Russia, Cina, Siria, Iran. “Di fronte al blocco degli Stati Uniti devi trovare soluzioni alternative. Il Petro va svincolato dal dollaro con un paniere di beni di riferimento tra cui l’oro”, ha concluso.


 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti