World Affairs/Iran: arrestato il leader del gruppo terroristico Tondar, con bas...

Iran: arrestato il leader del gruppo terroristico Tondar, con base negli Stati Uniti

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Jamshid Sharmahd, capo del gruppo terroristico Tondar, è attualmente nelle mani del Ministero dei servizi segreti della Repubblica islamica


I media iraniani hanno riferito dell'arresto del capo di un "gruppo terroristico con base negli Stati Uniti". Secondo l'agenzia Fars , è Jamshid Sharmahd, che sarebbe dietro un attacco terroristico perpetrato nella città iraniana di Shiraz nel 2008, e che ha anche gestito e progettato operazioni di terrorismo e sabotaggio dagli Stati Uniti.

 
Sharmahd, il leader del gruppo terroristico Tondar, è stato arrestato in una complessa operazione condotta dalle forze di sicurezza iraniane ed è ora nelle mani del ministero dell'intelligence del paese, hanno annunciato le autorità persiane.
 
Tondar, noto anche come Assemblea del Regno dell'Iran, o Soldati dell'Assemblea del Regno dell'Iran, è un gruppo terroristico armato che cerca di rovesciare l'attuale governo e ripristinare la monarchia in Iran, spiega l'agenzia.
 
"La sorveglianza di ignoti soldati dell'Imam Zaman (le forze dell'intelligence iraniana) di un gruppo terroristico con base negli Stati Uniti ha portato all'arresto del leader di questo gruppo terroristico", hanno riferito i media statali iraniani.
 
Tondar ha rivendicato la responsabilità di un'esplosione nel 2008 nella moschea di Hosseynieh Seyed al Shohada a Shiraz, uccidendo 14 persone e ferendone altre 215. Il gruppo aveva anche pianificato diversi altri atti terroristici in Iran negli ultimi anni, che sono stati contrastati con successo dalle forze di sicurezza iraniane.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa