/ La Cina sfida Boeing e Airbus con il prossimo lancio dell'aereo C...

La Cina sfida Boeing e Airbus con il prossimo lancio dell'aereo Comac C919

 

Si prevede che possa essere prodotto in serie dal 2021 ed ha raccolto già oltre 800 ordini.


Il primo aereo passeggeri commerciale di medio raggio progettato e prodotto interamente in Cina, il Comac C919, sarà sottoposto a una nuova e intensa fase di voli di prova prima della certificazione.
 
La Commercial Aircraft Corporation of China (COMAC) effettuerà i test di sei prototipi bimotore nella seconda metà di quest'anno, secondo il produttore stesso e anche da quanto riferito da Asia Times. Quattro di loro sono già stati collaudati nel periodo tra il 5 maggio 2017 - data del volo inaugurale del modello - e all'inizio di agosto.
 
Si prevede che il C919 otterrà nel 2021 la certificazione di volo delle autorità dell'aviazione civile del paese e quindi avvierà la sua produzione in serie. La sua incorporazione già successiva è molto rilevante per il secondo più grande mercato dell'aviazione civile al mondo, che alla fine della prima metà di quest'anno aveva un totale di 3.722 aerei.
 
Più di 800 ordini
 
In soli 10 anni il Comac "ha percorso un cammino per il quale molte aziende hanno avuto bisogno di decenni", ha spiegato la redazione dell'edizione russa della rivista Popular Mechanics. Inoltre, in un articolo sul nuovo modello, lo hanno definito l'imminente "assassino" dei loro principali concorrenti, in riferimento diretto agli aerei Boeing e Airbus.
 
I media sottolineano che i progettisti del velivolo hanno tenuto conto delle preferenze della più grande compagnia aerea a basso costo in Europa, la britannica RyanAir, che sta emergendo come uno dei maggiori acquirenti del C919. Senza aver ancora lanciato la sua produzione in serie, l'aereo cinese accumula già oltre 800 ordini da 27 compagnie aeree, qualcosa che assorbirà tutte le capacità del produttore per diversi anni.
 
La capacità produttiva dell'azienda cinese è stata stabilita a 150 unità all'anno e 2.000 in totale per i prossimi 20 anni, a partire dal 2021.
Naturalmente, la cifra non raggiunge il tasso di produzione del Boeing-737, con i suoi 40 aerei al mese , ma il media non dubita che il Comac sostituisca quel modello, il più popolare in tutto il mondo, almeno nel mercato cinese.
 
Vantaggi durante la sostituzione
 
Il produttore mira a diventare uno dei più grandi al mondo e, a tal fine, collabora con diversi fornitori occidentali di aciazione e altri componenti. Tuttavia, è prevista la sostituzione nel tempo dei motori franco-americani CFM Leap-1C con i locali CJ-1000A, il che ridurrebbe il prezzo del C919.
 
La presenza di materiali compositi è inferiore nel nuovo modello, rispetto al concorrente russo MC-21-300, che completerà anche i suoi test di certificazione in due anni. L'aereo cinese ha una fusoliera più stretta e può trasportare da 158 a 174 passeggeri, meno del previsto per il russo.
 
Tuttavia, è un aereo molto moderno e può volare per circa 30 anni. Le buone prospettive sul mercato interno sono dovute al fatto che il governo cinese è stato il principale motore dello sviluppo di questo nuovo modello. E il fattore decisivo del suo successo futuro è il suo prezzo di listino, che supera a malapena i 60 milioni di dollari, molto meno del costo dei suoi concorrenti.
 
  • Al momento ci sono quattro prototipi del Comac C919.
  • L'aereo ha un'apertura alare di 38,9 metri e 35,8 metri di lunghezza.
  • Il suo peso massimo al decollo è di 77.300 chilogrammi.
  • Raggiunge a seconda della modifica: 4.075-5.550 chilometri.
  • Velocità massima: 920 chilometri orari.
 
 
Fonte: Asia Times
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa