La clamorosa bufala di Scanzi e i censori di Facebook

La clamorosa bufala di Scanzi e i censori di Facebook

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La fake news diffusa da Andrea Scanzi, giornalista de il Fatto Quotidiano, riguradante il medico ferrarese Roberto Marescotti morto di Covid è clamorosa e la analizza alla perfezione il deputato di Alternativa nel post Facebook che vi pubblichiamo per intero in calce. Quello che ci preme sottolineare è che questa enorme bufala è totalmente sfuggita a quegli attenti e imparziali censori dei social, in particolare Open, i quali hanno prima bloccato e poi oscurato la nostra pagina per un post ironico che ridicolizzava le loro menzogne. 

 

di Pino Cabras

 

Andrea Scanzi, sedicente giornalista e conclamato opinionista del nulla, si è come al solito distinto per quello che è il suo mestiere preferito: lo sciacallo da guardia.
 
Questa volta, tra una scodinzolata a Draghi e l’altra, ha ben pensato di infamare un medico, da morto, per avallare e trastullarsi della narrazione del “no vax” che muore di Covid e che, in sostanza, ben gli sta!
 
 
 
Peccato che Andrea Scanzi, giornalista con la deontologia altrui, non abbia minimamente verificato le informazioni e le fonti. Lui – o il suo social media manager – si è accontentato di riprendere e sintetizzare, male, la notizia che la stampa mainstream, a sua volta, aveva ripreso, male, da un articolo de La Nuova Ferrara del 19 gennaio.
 
Un caso scuola di disinformazione e di cattivo giornalismo prestato alla propaganda di chi governa.
 
Al contrario di quanto riporta gioiosamente l’opinionista del nulla, il dott. Roberto Marescotti si era vaccinato lo scorso luglio. Tant’è che era stato riammesso alla professione.
 
Ma gli sciacalli non rispettano nemmeno la morte. Figuriamoci la verità.

 

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti