La Russia fornirà presto una grande quantità di aiuti medici all'India

La Russia fornirà presto una grande quantità di aiuti medici all'India

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L’India è sommersa da una nuova ondata di contagi Covid-19. Nuova Delhi ha bisogno di aiuto ma i presunti alleati statunitensi nicchiano non rimuovendo il divieto di esportazione delle materie prime necessarie alla produzione di vaccini, probabilmente frenati dagli interessi di Big Pharma e motivazioni geopolitiche. 

«Non sorprende vedere gli Stati Uniti adottare tattiche così vecchio stampo, prestando dapprima poca attenzione alla crisi di altri paesi, per poi apparire improvvisamente ‘disposti’ a offrire un aiuto urgente. Quello che è successo di recente all'India dimostra questo punto», ha dichiarato al Global Times Li Haidong, professore presso l'Istituto di relazioni internazionali della China Foreign Affairs University.

Gli Stati Uniti rifiuterebbero spesso le richieste dei partner quando chiedono aiuto, ha detto, sottolineando che le promesse e l'aiuto arrivano all'ultimo minuto dagli Stati Uniti in quanto aiuterebbero a guadagnare di più dal partner offrendo meno aiuto.

La Cina intanto ha steso la mano e si è detta pronta ad aiutare l’India inviando ossigeno, medicinali tutto quello di cui l’India ha bisogno per fronteggiare i contagi. 

Lo stesso messaggio arriva dalla Russia. La Russia fornirà presto una grande quantità di aiuti medici all'India per aiutarla a combattere il nuovo coronavirus, come reso noto dal ministro degli Esteri in una dichiarazione ripresa dall’agenzia TASS. 

«La leadership russa ha preso una decisione in uno spirito di amicizia e soprattutto di partnership strategica privilegiata tra Russia e India e con l'obiettivo di combattere un'impennata nell'incidenza del coronavirus. Una grande quantità di aiuti verrà inviata all'India su un volo urgente organizzato Ministero russo per le emergenze, che include concentratori di ossigeno, ventilatori polmonari, farmaci anti-COVID e altre forniture mediche e farmaci necessari».

Nella giornata di ieri l'India ha confermato 323.100 casi di COVID-19. Il numero totale di casi nel paese ha raggiunto i 17,6 mln. Martedì, il carico di lavoro giornaliero è diminuito dell'8% per la prima volta negli ultimi sei giorni. Nei cinque giorni precedenti l'India ha registrato nuovi massimi nei casi quotidiani di coronavirus. Il bilancio delle vittime ha raggiunto 197.800, crescendo di 2.700 nell'ultimo giorno. Circa 2,8 milioni di pazienti stanno ricevendo un trattamento per il Covid-19.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani di Giorgio Cremaschi Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani

Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Ti do un bonus... se non ti ammali! di Savino Balzano Ti do un bonus... se non ti ammali!

Ti do un bonus... se non ti ammali!

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel di Roberto Cursi Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel

Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti