L'agenda dei Paesi BRICS per il prossimo vertice del G20 in India

L'agenda dei Paesi BRICS per il prossimo vertice del G20 in India

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Nell’ambito di un progetto mediatico speciale BRICS & G20. 2023 in vista del vertice del G20, TV BRICS International Media Network e i suoi partner, i principali media nazionali dei Paesi BRICS, hanno intervistato i principali esperti di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica.

Tra gli esperti sentiti figura il professor Paul Tembe, esperto di relazioni internazionali che ha discusso i piani e gli obiettivi dei Paesi BRICS per il prossimo vertice del G20 in India.

Il professor Paul Tembe è ricercatore senior presso la Thabo Mbeki African School of Public and International Affairs e professore associato presso l'Institute of African Studies della Zhejiang Normal University, in Cina. Ha contribuito a diversi capitoli di libri e articoli di riviste sul tema della cooperazione Africa-Cina.


Qual è l'agenda dei Paesi BRICS per il prossimo vertice del G20 in India?

I Paesi BRICS sono destinati a emergere e a presentarsi come una Nuova Economia Globale, un sistema a sé stante e non un'alternativa a qualsiasi altra multinazionale, multilaterale o istituto. Il messaggio che è stato inviato in tutto il mondo è che attraverso i BRICS i Paesi in via di sviluppo e i mercati emergenti sono destinati ad assumersi la responsabilità del proprio sviluppo.

Il Sudafrica ha ottenuto una grande quantità di capitale simbolico ospitando il Vertice BRICS e dovrebbe usarlo per aprirsi uno spazio maggiore all'interno dei cicli del G20 non solo come nodo dei Paesi in via di sviluppo e dei mercati emergenti, ma anche come Stato membro fondatore della Configurazione BRICS.

Cosa costituisce un vertice di successo per i Paesi BRICS?

Un Vertice BRICS di successo consiste in risoluzioni solide e durature che mettono al primo posto gli interessi degli Stati membri e di tutti gli spazi regionali del mondo in via di sviluppo e dei mercati emergenti. 

Queste risoluzioni, come si è visto durante il recente Vertice BRICS, sono orientate ad aprire spazi per l'autonomia dei Paesi in via di sviluppo verso l'integrità nazionale, l'integrità politica e l'autodeterminazione per quanto riguarda il tipo e il ritmo di sviluppo. 

Il recente vertice dei BRICS ha avuto una caratteristica unica e importante: tutte le decisioni sono state prese in diretta e rese immediatamente disponibili ad analisti, opinionisti, esperti e altre parti interessate.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti