L'articolo completo di Putin su Xinhua prima della nuova visita in Cina

L'articolo completo di Putin su Xinhua prima della nuova visita in Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il testo dell'articolo di Vladimir Putin per l'agenzia di stampa cinese Xinhua pubblicato anche sul sito del Cremlino. Domani il leader russo incontrerà il suo omologo cinese Xi Jinping prima di partecipare alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali del 2022.

Alla vigilia della mia nuova visita in Cina, sono lieto di avere l'opportunità di rivolgermi direttamente al vasto pubblico cinese e straniero di Xinhua, la più grande agenzia di stampa.

I nostri paesi sono vicini legati da tradizioni secolari di amicizia e fiducia. E apprezziamo molto che le relazioni russo-cinesi di partnership globale e interazione strategica, entrando in una nuova era, abbiano raggiunto un livello senza precedenti, siano diventate un modello di efficienza, responsabilità e impegno per il futuro. 

I nostri paesi hanno definito i principi e le linee guida di base per il lavoro congiunto nel Trattato di buon vicinato, amicizia e cooperazione, di cui abbiamo celebrato il ventesimo anniversario l'anno scorso. Prima di tutto, è uguaglianza, considerazione dei reciproci interessi, libertà dalla congiuntura politica e ideologica, dai resti del passato.

È su questi principi che costantemente, in uno spirito di continuità, approfondiamo il nostro dialogo politico di anno in anno. Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia da coronavirus.

Durante il  nostro prossimo incontro, il presidente Xi Jinping e io esamineremo in modo completo le questioni chiave dell'agenda bilaterale, regionale e globale. 

È simbolico che il nostro incontro avrà luogo durante il Festival di Primavera, il nuovo anno secondo il calendario lunare. Dopotutto, come dice il proverbio cinese, "i piani per l'intero anno dovrebbero essere fatti in primavera".

Naturalmente, prevediamo di prestare particolare attenzione allo sviluppo dei legami commerciali. Ci sono tutte le opportunità per questo, perché i nostri paesi hanno risorse finanziarie, industriali, tecnologiche e umane serie che ci consentono di risolvere con successo i problemi di sviluppo a lungo termine. 

Lavorare insieme per raggiungere una crescita economica stabile e migliorare il benessere dei cittadini, rafforzare la competitività e difendersi congiuntamente dai rischi e dalle sfide moderne.

Alla fine del 2021, il commercio reciproco è aumentato di oltre un terzo, superando il record di 140 miliardi di dollari. Ci stiamo muovendo con fiducia verso il nostro obiettivo di portare il commercio a 200 miliardi di dollari l'anno. Numerose importanti iniziative sono in corso di realizzazione nei settori degli investimenti, della produzione e dell'agroindustria. In particolare, il "portafoglio" della Commissione intergovernativa per la cooperazione agli investimenti comprende 65 progetti per un valore di oltre 120 miliardi di dollari.

Si tratta di cooperazione in settori quali l'estrazione e la lavorazione dei minerali, la costruzione di infrastrutture e l'agricoltura.

Stiamo ampliando costantemente la pratica dei regolamenti in valute nazionali e sviluppando meccanismi per compensare l'impatto negativo delle sanzioni unilaterali. Un'importante pietra miliare in questo lavoro è stata la firma nel 2019 dell'Accordo tra i governi di Russia e Cina sugli insediamenti e sui pagamenti.

Tra i nostri paesi si sta formando un'alleanza energetica reciprocamente vantaggiosa. 

Insieme alle consegne a lungo termine di idrocarburi russi in Cina, prevediamo di implementare una serie di importanti progetti congiunti. Uno di questi è la costruzione di quattro nuove unità di potenza nelle centrali nucleari cinesi con la partecipazione della State Corporation Rosatom, iniziata lo scorso anno. Tutto ciò rafforza notevolmente la sicurezza energetica della Cina e della regione asiatica nel suo insieme.

Vediamo un ampio campo di opportunità nello sviluppo di partnership nel settore dell'informazione e delle comunicazioni, nella medicina, nell'esplorazione spaziale, compreso nell'uso dei sistemi di navigazione nazionali e nell'attuazione del progetto International Scientific Lunar Station. 

Un forte impulso al rafforzamento dei legami bilaterali è stato dato dagli Anni “trasversali” di cooperazione scientifica, tecnica e innovativa che si sono succeduti nei nostri Paesi nel biennio 2020-2021.

Siamo grati ai nostri colleghi cinesi per la loro assistenza nell'avvio della produzione nella RPC dei vaccini russi Sputnik V e Sputnik Light e per l'organizzazione tempestiva della fornitura dei dispositivi di protezione necessari al nostro paese. Ci auguriamo che tale cooperazione cresca e si rafforzi.

Uno dei compiti strategici della Russia è lo sviluppo socioeconomico accelerato della Siberia e dell'Estremo Oriente. Questi territori sono i vicini più prossimi della Cina. E intendiamo sviluppare attivamente legami interregionali. Attirare gli investimenti e la tecnologia cinesi, espandere i trasporti globali e le rotte commerciali. Così è iniziata la modernizzazione delle ferrovie Baikal-Amur e Transiberiana. Entro il 2024, la loro produttività dovrebbe aumentare di una volta e mezza a causa dell'aumento del volume delle merci in transito e della riduzione dei tempi di trasporto. 

Cresce anche l'infrastruttura portuale nell'estremo oriente russo. Tutto ciò dovrebbe rafforzare ulteriormente la complementarità delle economie russa e cinese.

E, naturalmente, l'attenta conservazione della natura e degli ecosistemi comuni rimane un'area di attualità della cooperazione bilaterale transfrontaliera e interregionale. Questi temi sono sempre al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica dei nostri paesi e ne discuteremo sicuramente in dettaglio durante i colloqui, oltre a un'ampia gamma di argomenti umanitari.

La Russia e la Cina sono potenze con migliaia di anni di tradizioni originali e un patrimonio culturale colossale, il cui interesse è costantemente alto sia nei nostri paesi che all'estero. Sì, negli ultimi due anni, a causa della pandemia, il numero dei turisti e dei contatti diretti tra i nostri cittadini è diminuito. Tuttavia, non ho dubbi che recupereremo e, non appena la situazione lo consentirà, lanceremo nuovi programmi educativi che faranno conoscere ai nostri cittadini la storia e la vita attuale dei due paesi. Così, il presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping ed io abbiamo deciso di organizzare nel 2022 e nel 2023 gli anni della cooperazione russo-cinese nel campo della cultura fisica e dello sport.

Naturalmente, una parte importante della visita in corso sarà la discussione di questioni internazionali di attualità. Il coordinamento della politica estera di Russia e Cina si basa su approcci ravvicinati e coincidenti per risolvere i problemi globali e regionali. I nostri paesi svolgono un importante ruolo stabilizzante nella moderna, tutt'altro che semplice, situazione internazionale, contribuiscono ai processi di democratizzazione del sistema delle relazioni interstatali al fine di rendere questo sistema più equo e inclusivo. Stiamo lavorando insieme per rafforzare il ruolo centrale di coordinamento delle Nazioni Unite negli affari mondiali e ci sforziamo per prevenire l'erosione del sistema legale internazionale incentrato sulla Carta delle Nazioni Unite.

Russia e Cina stanno collaborando attivamente all'agenda più ampia di BRICS, RIC, Shanghai Cooperation Organization e altre associazioni. 

Nel G20, sosteniamo di tenere conto delle specificità nazionali nella formulazione di determinate raccomandazioni, che si tratti della lotta contro la pandemia o dell'attuazione dell'agenda sul clima. In gran parte grazie alla posizione di solidarietà dei nostri Paesi nel 2021, a seguito dei risultati del vertice del G20 di Roma, è stato possibile prendere decisioni equilibrate sulla cooperazione internazionale per rilanciare la crescita economica, riconoscere vaccini e certificati di vaccino, ottimizzare la transizione energetica e ridurre il rischi della digitalizzazione.

Abbiamo anche posizioni consonanti su questioni di commercio internazionale. Sosteniamo un sistema commerciale multilaterale aperto, trasparente e non discriminatorio basato sulle regole dell'Organizzazione mondiale del commercio. Per riavviare le catene di approvvigionamento globali. Già nel marzo 2020, la Russia ha proposto un'iniziativa sui "corridoi verdi" nel commercio, escludendo eventuali sanzioni, barriere politiche e amministrative. La sua attuazione è un valido aiuto per superare le conseguenze economiche della pandemia.

L'evento più importante di importanza mondiale sono i XXIV Giochi Olimpici Invernali che iniziano a Pechino. Russia e Cina sono le principali potenze sportive, famose per le loro tradizioni e più di una volta hanno ospitato adeguatamente le più grandi competizioni internazionali. 

Ricordo con affetto il mio viaggio a Pechino nell'agosto 2008 per la cerimonia di apertura delle Olimpiadi estive del 2008. Ospiti e atleti russi hanno ricordato a lungo la brillante esibizione e i Giochi stessi sono stati organizzati con la portata e l'eccezionale ospitalità insita negli amici cinesi.

A nostra volta, siamo stati lieti di ospitare il presidente Xi Jinping della Repubblica popolare cinese all'apertura dei Giochi Olimpici Invernali a Sochi nel 2014.

Purtroppo, i tentativi da parte di un certo numero di paesi di politicizzare le questioni sportive a favore delle loro ambizioni si sono recentemente intensificati. Questo è fondamentalmente sbagliato e contrario allo spirito stesso e ai principi della Carta Olimpica. La forza e la grandezza dello sport è che unisce le persone, regala momenti di trionfo e orgoglio per il proprio paese, si rallegra con una lotta onesta, leale, senza compromessi. E tali approcci sono condivisi dalla maggior parte degli stati - partecipanti al movimento olimpico internazionale.

Gli amici cinesi hanno fatto un ottimo lavoro per la preparazione di qualità per i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali. Sono convinto che la ricca esperienza della Cina nell'organizzazione impeccabile di competizioni internazionali rappresentative consentirà di organizzare questo festival mondiale dello sport ai massimi livelli. Vorrei augurare alle squadre di Russia e Cina risultati impressionanti e nuovi record!

Porgo le mie più sentite congratulazioni al cordiale popolo cinese in occasione del Festival di Primavera, che segna l'inizio dell'Anno della Tigre. 

Vi auguro salute, prosperità e successo.

 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti