/ Le riserve di lingotti d'oro proteggeranno la Russia dal crollo d...

Le riserve di lingotti d'oro proteggeranno la Russia dal crollo dei prezzi del petrolio

 

La Russia può sopportare un forte calo dei prezzi del greggio grazie alle sue sufficienti riserve in oro e agli sforzi del governo per ridurre la dipendenza dalle risorse energetiche, ha affermato il ministro delle finanze russo Anton Siluanov.


L'economia russa è ancora legata alla produzione e alla raffinazione del greggio, e quindi la situazione del mercato può influenzarla, ha dichiarato affermato il ministro delle finanze russo Anton Siluanov in un'intervista alla CNBC. Mentre Mosca è soddisfatta dell'attuale prezzo del petrolio, i possibili disordini del mercato non comporteranno uno "shock" al suo budget.
 
“Per questo motivo, il budget si basa su regole ì che tengono conto di un prezzo del petrolio di $ 42 al barile. E indipendentemente da come andranno le cose con il prezzo del petrolio, saremo in grado di finanziare i nostri obblighi perché abbiamo accumulato sufficienti riserve auree, oltre il sette percento del PIL", ha spiegato il ministro.
 
"Pertanto, anche se i prezzi del petrolio si porteranno a $ 30 al barile o $ 20 al barile saremo in grado di onorare i nostri obblighi per tre anni senza shock o difficoltà per il nostro budget."
 
La Russia ha attivamente riempito le sue casse di oro, dopo aver aggiunto circa 12 tonnellate di metallo prezioso alle sue riserve a settembre. Attualmente, le riserve d'oro totali della Russia ammontano a 72,1 milioni di once troy (2.242,56 tonnellate) e valgono circa $ 108 miliardi, secondo gli ultimi dati della banca centrale. 
Le riserve internazionali del paese, che includono valuta estera e altre attività liquide, hanno superato l' 11 ottobre i $ 535 miliardi.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa