L'Iran compie un nuovo passo verso la piena adesione all'Organizzazione di Shanghai

L'Iran compie un nuovo passo verso la piena adesione all'Organizzazione di Shanghai

Foto Vertice SCO 2015

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Un altro tassello del mondo nuovo multipolare si è aggiunto.

In un messaggio pubblicato sul suo account Twitter, il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdolahian ha annunciato di aver firmato il memorandum per diventare un membro a pieno titolo della Shanghai Cooperation Organization (SCO).

"Stasera, nella storica città di Samarcanda, ho firmato il memorandum degli obblighi per la piena adesione dell'Iran alla SCO", ha scritto Amir Abdolahian, che accompagna il presidente iraniano Seyed Ebrahim Raisi in visita in Uzbekistan per partecipare a un vertice dell'alleanza regionale.

Il ministro degli Esteri iraniano ha assicurato che con la firma del documento, l'Iran è entrato "in una nuova fase di cooperazione economica, commerciale, energetica, di transito, ecc.". con gli Stati membri della SCO.

Inoltre, ha precisato che il segretario generale della SCO Zhang Ming si è congratulato con l'Iran per la sua piena adesione all'organismo, definendolo un "importante passo avanti".

Prorpio ieri, l'assistente della Presidenza russa, Yuri Ushakov aveva annunciato che l'Iran avrebbe partecipeto al vertice dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO) del 2023 in India come membro a pieno titolo.

Ciò renderebbe la Repubblica islamica dell'Iran il nono stato membro dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai .

“Saranno firmati memorandum sugli obblighi dell'Iran per ottenere l'adesione all'associazione. Ciò significa che, dopo aver adempiuto a questi obblighi, l'Iran parteciperà come membro a pieno titolo al prossimo vertice", aveva annunciato Ushakov alla stampa, precisando che "non ci sarà più un gruppo di otto paesi, ma nove".

L'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai è un organismo multilaterale fondato nel 2011. Comprende Russia, India, Cina, Pakistan, Uzbekistan, Tagikistan, Kazakistan, Pakistan e Kirghizistan. La Repubblica islamica dell'Iran, così come la Bielorussia, la Mongolia e l'Afghanistan, assumono il ruolo di stati osservatori, mentre Armenia, Azerbaigian, Cambogia, Nepal, Sri Lanka e Turchia sono paesi partner dell'organizzazione.

A margine del vertice SCO,  c'è stato anche un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo iraniano Ebrahim Raisi.

Entrambi i leader hanno discusso sugli ultimi sviluppi in merito ai rallentamenti dei colloqui sul nucleare iraniano, noto come JCPOA, causati dalla melina degli USA che ha portato anche l'Unione Europea a raffreddare gli entusiamo per rivitalizzare l'intesa con Teheran.

Il leader iraniano ha denunciato la mancanza di volontà degli Stati Uniti di raggiungere accordi e l'incapacità dell'Unione europea di mantenere le promesse ed ha ribadito che i Paesi occidentali commettono “un errore” nell'imporre  sanzioni a Russia e Iran , pur sottolineando che il suo Paese non riconoscerà le restrizioni contro Mosca. Allo stesso tempo, ha sottolineato che le misure punitive occidentali possono servire a rafforzare i legami  tra i due paesi.

Putin da parte sua ha sottolineato che le relazioni bilaterali tra i due Paesi si sviluppano in tutti i settori, mentre l'opinione di Russia e Iran coincidono in relazione a molti temi dell'agenda internazionale.

Sulla cooperazione tra i due paesi, il presidente russo ha menzionato il successo del lancio di un satellite di telerilevamento realizzato in Russia su richiesta dell'Iran, il 9 agosto. Nel frattempo, lo scambio commerciale è aumentato dell'81% lo scorso anno, crescendo del 30% in più nei primi cinque mesi di quest'anno.

Il leader russo ha anche annunciato che le relazioni russo-iraniane passeranno al livello di partenariato strategico dopo il completamento del lavoro di preparazione su "un grande accordo".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde di Marinella Mondaini La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde

La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti