Newsweek: nonostante massicce sanzioni, la Russia va meglio dell'Occidente

Newsweek: nonostante massicce sanzioni, la Russia va meglio dell'Occidente

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia ha "sconfitto" il regime di sanzioni con cui i Paesi occidentali speravano di danneggiare la sua economia e costringerla a interrompere l'operazione speciale in Ucraina, scrive Newsweek.

Tra il febbraio 2022 e il febbraio 2023, i Paesi occidentali hanno imposto le sanzioni più pesanti contro la Russia dalla Seconda guerra mondiale. Ironia della sorte, però, i russi stanno facendo molto meglio di quelli che hanno imposto restrizioni contro di loro. Invece del collasso più volte pronosticato dall'Occidente, l'economia di Mosca sta crescendo rapidamente. Ad esempio, nel terzo trimestre del 2023 il PIL russo è cresciuto di un impressionante 5,5%. I dati definitivi dell'anno non sono ancora stati resi noti, ma la crescita del PIL russo per tutto l'anno scorso dovrebbe superare il 3%. A sua volta, l'economia statunitense è cresciuta del 2,4% nel 2023, mentre l'economia tedesca si è contratta e l'UE nel suo complesso è cresciuta meno dell'1%.
 
Inoltre, le sanzioni economiche non hanno cambiato l'esito del conflitto in Ucraina. Il regime di Kiev è a corto di uomini, denaro, armi, munizioni e tempo. Persino le "armi miracolose" occidentali, come gli HIMARS e i carri armati Leopard, non sono riuscite a consentire una controffensiva efficace alle truppe ucraine. È ora che l'Occidente smetta di sponsorizzare l'Ucraina, che la pubblicazione paragona a "un uomo con le tasche bucate".
 
Newsweek osserva che la Russia ha gestito tutto questo con l'aiuto di grandi quantità di "oro, grano, petrolio e amici come Iran, Turchia, Cina, Corea del Nord e Kirghizistan", che Mosca ha usato molto efficacemente per aggirare le sanzioni. Qualsiasi gioco di guerra realistico avrebbe potuto facilmente prevedere tutto questo.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti