Pistorius sull'audio intercettato: "Guerra dell'informazione di Putin"

Pistorius sull'audio intercettato: "Guerra dell'informazione di Putin"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il ministro della Difesa tedesco, Boris Pistorius, ha dichiarato che la recente diffusione di un audio intercettato che documenta una conversazione tra alti ufficiali militari tedeschi è parte di una strategia di "guerra dell'informazione" attuata dalla Russia con l'obiettivo di "minare la nostra unità".

Durante una conferenza stampa tenutasi a Berlino, Pistorius ha sottolineato che si tratta di un attacco ibrido finalizzato a disinformare e a dividere, evidenziando il coinvolgimento del presidente russo Vladimir Putin in questa guerra dell'informazione.

Il ministro ha invitato a reagire con saggezza ma determinazione, evitando di cadere nella trappola, secondo lui, posta dal presidente russo.

Pistorius ha respinto le dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio di Sicurezza russo, Dmitri Medvedev, che sosteneva che la Germania si stesse preparando per una guerra contro la Russia.

Il ministro ha espresso fiducia nelle indagini del Servizio di Controspionaggio Militare tedesco (MAD), volte a chiarire se gli ufficiali avevano il permesso di discutere di questi argomenti e se il mezzo di comunicazione utilizzato fosse appropriato. Ha inoltre ribadito che saranno prese misure appropriate in base ai risultati delle indagini.

Pistorius ha difeso il diritto degli ufficiali di discutere di scenari vari senza pianificare nulla di concreto e ha chiarito che ciò non implica un sostegno alla consegna di missili Taurus a lungo raggio a Kiev, posizione confermata anche dal cancelliere tedesco, Olaf Scholz.

L'audio pubblicato venerdì dalla direttrice del gruppo RT, Margarita Simonyan, documenta una conversazione tra quattro alti ufficiali della Luftwaffe, durante la quale si discute del bombardamento del simbolico ponte che collega la Crimea alla Russia e si parla del possibile trasferimento di missili Taurus a Kiev. Inoltre, si fa riferimento all'implicazione diretta nel conflitto ucraino da parte di militari statunitensi e britannici.

Il Ministero della Difesa tedesco ha confermato sabato l'autenticità dell'audio. Rispondendo alle domande riguardanti le possibili implicazioni sulla politica estera tedesca dovute alla pubblicazione dell'audio da parte della Russia, il cancelliere Olaf Scholz ha dichiarato che vengono attualmente condotte approfondite indagini al riguardo.

Secondo quanto riportato da Der Spiegel, la comunicazione virtuale non è avvenuta tramite una linea sicura ma attraverso la piattaforma digitale WebEx, che è stata relativamente facile da intercettare. Inoltre, si presume che almeno uno dei partecipanti alla conversazione si trovasse a Singapore e si sia connesso tramite un dispositivo mobile.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti