Putin: «200 testate nucleari USA stoccate in Europa, 257 aerei sono stati preparati per il loro utilizzo»

Putin: «200 testate nucleari USA stoccate in Europa, 257 aerei sono stati preparati per il loro utilizzo»

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I paesi europei possiedono 200 munizioni tattiche nucleari, quindi Russia e Bielorussia sono obbligate a garantire la loro sicurezza a questo proposito, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.

"In Europa, gli Stati Uniti hanno 200 munizioni tattiche nucleari, principalmente bombe atomiche in sei paesi europei membri del blocco nord atlantico della NATO. 257 aerei sono stati preparati per il loro possibile utilizzo, e non solo statunitensi, ma anche di questi paesi che ho citato in Europa”, ha affermato Putin durante i colloqui russo-bielorussi, secondo quanto riferisce l'agenzia Interfax.

Inoltre il presidente russo ha evidenziato che l’obiettivo è quello di garantire la sicurezza di tutti i membri dell'Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva, che comprende Armenia, Kazakistan, Kirghizistan e Tagikistan, oltre a Russia e Bielorussia. 

In risposta alla richiesta di Lukashenko di rafforzare la difesa del suo Paese, Putin ha promesso che Mosca consegnerà i suoi complessi Iskander-M, in grado di trasportare testate nucleari, "nei prossimi mesi".

Tuttavia, per garantire la sicurezza di tutti gli alleati, il presidente russo ha proposto di modernizzare i velivoli Su-25 a disposizione delle forze bielorusse, negli stabilimenti aeronautici russi, e di avviare l'addestramento dei piloti.

"E in secondo luogo, come abbiamo già concordato - hai sollevato questo problema, la decisione è presa - nei prossimi mesi consegneremo alla Bielorussia i complessi missilistici tattici Iskander-M, che, come è noto, possono utilizzare missili balistici e da crociera, sia nella configurazione abituale che in quella nucleare", ha aggiunto.

Lukashenko ha chiarito che, chiedendo assistenza militare russa ed esprimendo le sue preoccupazioni per la sicurezza, non intendeva "che la Russia domani debba schierare missili nucleari in Bielorussia".

"Per favore, aiutaci almeno a sistemare gli aerei che abbiamo, che sono in grado di trasportare testate nucleari", ha detto il presidente bielorusso. Allo stesso tempo, ha sottolineato che "non si può scherzare con queste azioni della NATO", riferendosi ai voli di addestramento degli Stati Uniti e dei paesi membri dell'Alleanza Atlantica.

Fabrizio Verde

Fabrizio Verde

Direttore de l'AntiDiplomatico. Napoletano classe '80

Giornalista di stretta osservanza maradoniana

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...