Putin: "La quota di armi moderne nelle forze nucleari strategiche russe ha raggiunto il 95%"

Putin: "La quota di armi moderne nelle forze nucleari strategiche russe ha raggiunto il 95%"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"Nel mondo di oggi ci sono molte sfide e rischi allarmanti ed è per questo che  il potente potenziale e l'elevata prontezza al combattimento del nostro Esercito e della Marina sono una garanzia della sicurezza della Russia  e del suo sviluppo libero e sovrano", ha dichiarato  il presidente russo Vladimir Putin, oggi, annunciando che la percentuale di armi moderne ed equipaggiamenti militari nelle forze nucleari strategiche del paese ha raggiunto il 95%.

l capo dello Stato russo ha promesso che il Paese continuerà a rafforzare le sue forze armate e ad assicurarne il costante ammodernamento, tenendo conto della reale esperienza di combattimento.

Il leader russo ha precisato che "oggi la percentuale di armi ed equipaggiamenti moderni nelle forze nucleari strategiche ha già raggiunto il 95% , e nella componente navale della 'triade nucleare' è  quasi del 100%.”

Secondo Putin viene effettuata anche la modernizzazione degli armamenti delle forze polivalenti. Pertanto, negli ultimi anni le aziende del complesso militare-industriale hanno aumentato il volume di produzione e di consegna per le Forze Armate "delle armi più richieste", che comprendono armi di precisione, droni, carri armati, veicoli corazzati, artiglieria, sistemi di difesa aerea, complessi di combattimento controbatteria, mezzi di comunicazione e ricognizione.

Il presidente russo ha riferito che in futuro sono previsti lo sviluppo e la produzione in serie di attrezzature militari avanzate e  l'introduzione delle tecnologie dell'intelligenza artificiale nel campo militare. Inoltre, tra gli obiettivi prioritari figura il miglioramento delle competenze delle unità militari e la formazione dei comandanti a tutti i livelli.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti