World Affairs/Rohani: Reagiremo se gli Stati Uniti fermeranno le petroliere ira...

Rohani: Reagiremo se gli Stati Uniti fermeranno le petroliere iraniane nei Caraibi

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.


Il presidente dell'Iran avverte che Teheran si vendicherà degli Stati Uniti se questo paese creerà problemi alle petroliere battenti bandiera iraniana in acque internazionali. "Se gli Stati Uniti creano problemi per le nostre petroliere nel Mar dei Caraibi o in qualsiasi altra parte del mondo, si troveranno ad affrontare problemi su base reciproca" , ha avvertito il presidente iraniano Hasan Rohani in una conversazione telefonica con l'emiro del Qatar, Shaykh Tamim bin Hamad al Thani, sulle minacce di Washington di bloccare le navi battenti bandiera iraniana che trasportavano carburante in Venezuela in acque internazionali.

 
Il leader persiano ha chiarito che l'Iran non inizierà alcuna guerra, ma eserciterà comunque il suo legittimo diritto di difendere la sua sovranità, integrità territoriale e interesse nazionale. "Speriamo che gli americani non commettano un simile errore", ha avvertito.
 
Le petroliere iraniane si stanno attualmente dirigendo verso il Venezuela, che, secondo il ministro degli esteri venezuelano Jorge Arreaza, sta riscontrando problemi con la fornitura di benzina a causa di "misure unilaterali coercitive" applicate dagli Stati Uniti.
 
Mercoledì scorso, il ministro della Difesa del Venezuela, il generale Vladimir Padrino López, ha affermato che il paese sudamericano riceverà petroliere iraniane che trasportano carburante per il suo paese e ha annunciato che "difficilmente entreranno nella zona economica esclusiva, saranno scortate da navi e aerei delle Forze armate bolivariane (FANB) ".
 
L'arrivo di queste navi avviene in un contesto di tensione, dopo il governo degli Stati Uniti ha minacciato di usare la forza militare per impedire l'ingresso delle petroliere iraniane in Venezuela. Mercoledì scorso, il rappresentante di Caracas presso le Nazioni Unite, Samuel Moncada, ha  denunciato  davanti al Consiglio di sicurezza che qualsiasi attacco alle navi "costituirebbe una vera aggressione armata", non solo contro Teheran ma anche contro gli abitanti del suo paese.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa