Taiwan ha partecipato a un'esercitazione militare multinazionale statunitense negli USA

Taiwan ha partecipato a un'esercitazione militare multinazionale statunitense negli USA

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L’emittente televisiva pubblica giapponese NHK ha appreso e riferito che truppe di Taiwan hanno preso parte a un'esercitazione militare multinazionale sponsorizzata dagli Stati Uniti che si è tenuta nello stato centro-occidentale del Michigan per circa un mese a partire dalla fine di luglio.

Le fonti hanno rivelato che le truppe taiwanesi hanno preso parte all'Operazione Northern Strike, un'esercitazione multinazionale annuale ospitata dalla Guardia Nazionale del Michigan.

Non si conoscono le dimensioni e gli altri dettagli del contingente di Taiwan.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha dichiarato che lo scopo dell'esercitazione è quello di addestrare e preparare la preparazione per migliorare l'interoperabilità delle forze alleate.

L'esercitazione di quest'anno si è svolta dal 23 luglio al 19 agosto.

I funzionari statunitensi affermano che hanno partecipato circa 7.000 truppe, tra cui quelle degli Stati Uniti e delle forze straniere.

Il National Defense Authorization Act degli Stati Uniti per l'anno fiscale 2023 stabilisce che "è opinione del Congresso che le esercitazioni militari congiunte con Taiwan siano una componente importante per migliorare la prontezza militare".

Già a febbraio, il quotidiano South China Morning Post aveva riferito che Taiwan avrebbe inviato 500 soldati negli Stati Uniti per addestramento nella seconda metà dell'anno. Taiwan ha già inviato truppe negli Stati Uniti, ma in genere solo poche decine alla volta.

Gli Stati Uniti e Taiwan hanno aumentato notevolmente la cooperazione militare nonostante i forti avvertimenti di Pechino. Ad aprile, i media taiwanesi hanno riferito che gli Stati Uniti hanno inviato 200 uomini a Taiwan per assistere all'addestramento, la più grande presenza militare statunitense sull'isola da decenni a questa parte. 

Gli USA hanno iniziato ad ampliare l'addestramento delle forze armate di Taiwan includendo la Guardia Nazionale degli Stati Uniti nel 2022, una mossa che è stata paragonata a quella della Guardia Nazionale USA quando diede avvio all’addestramento delle forze ucraine nel 2014, dopo il golpe sostenuto dagli Stati Uniti che rovesciò l'ex presidente ucraino Viktor Yanukovych.

Insomma, queste mosse potrebbero indicare che gli Stati Uniti siano decisi a infiammare anche quest’area e coinvolgere la Cina in un conflitto proprio come è accaduto in Ucraina con la Russia. Evidentemente le élite di Washington in preda al panico per l’inevitabile declino del dominio unipolare USA nel mondo, sono pronte a infiammare il mondo intero pur di ritardare l’ascesa pacifica della Cina e con essa del mondo multipolare. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba di Andrea Puccio La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti