Unione Europea, Spagna: Polizia spara proiettili di gomma contro operai e studenti

Unione Europea, Spagna: Polizia spara proiettili di gomma contro operai e studenti

Foto El Periodico

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Non è la Russia, la Cina, il Venezuela, la Siria o Cuba. Signori e Signore siamo in Spagna, Unione Europea, Occidente dove regna la democrazia che ogni tanto ti rifila qualche sganassone, ma fa nulla, tanto i media tradizionali saranno sempre dalla parte sbagliata della Storia.

A Cadice, in Spagna, da 8 oggi gli operai metalmeccanici scioperano per chiedere migliori condizioni di lavoro, aumenti salariali e protestano contro decenni politiche fatte di licenziamenti e precarietà. I padroni fanno muro ma la lotta operaia non si ferma, anzi, prende vigore dalla solidarietà degli studenti.

Oggi, infatti, per le strade di Cadice stava sfilando un grande corteo di operai, ai quali si sono uniti in solidarietà studenti, comuni cittadini e lavoratori di altre categorie.

 

Improvvisamente la polizia, come hanno denunciato i manifestanti, hanno avviato cariche usando lacrimogeni e spray al peperoncino.

Al Governo in Spagna ci sono socialisti e Podemos che poco o nulla hanno potuto fare contro le rigidità del padronato locale. Infatti, come hanno evidenziato in uno slogan i manifestanti: "¡¡Empresas culpables, Gobierno responsable!!". Imprese colpevoli ma Governo responsabile.

In Italia come in Spagna è necessaria un'altra forza politica che sia parte e on solo a favore dei lavoratori e di chi da anni subisce le politiche neoliberiste imposte dall'Unione Europea.

 

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti