"Verso un nuovo ordine multipolare". I punti salienti della visita di Putin in Cina

"Verso un nuovo ordine multipolare". I punti salienti della visita di Putin in Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il presidente russo Vladimir Putin ha compiuto la sua prima visita ufficiale all'estero dopo la sua investitura, recandosi in Cina. Accolto dal presidente cinese Xi Jinping, i due leader hanno avuto conversazioni che si sono protratte per oltre due ore, secondo quanto riferito dai media sia russi che cinesi, culminate in una dichiarazione congiunta di oltre 30 pagine e nella firma di 10 documenti bilaterali.

L'incontro ha sottolineato la volontà di entrambe le nazioni di approfondire la fiducia politica reciproca e di contribuire alla stabilità e alla sicurezza globali. Xi Jinping ha dichiarato che Russia e Cina sono pronte a sostenere un mondo multipolare, evidenziando come i rapporti tra i due paesi abbiano superato molte difficoltà nel corso dei 75 anni di relazioni diplomatiche, diventando un modello di cooperazione e vicinanza tra due grandi paesi.

Il presidente cinese ha anche espresso la speranza di un rapido ritorno della pace in Europa, affermando che la soluzione politica del conflitto ucraino è la via preferibile. Putin ha ringraziato Xi per l'ospitalità, lodando l'ambiente caloroso creato dai suoi "amici cinesi" e descrivendo le relazioni tra Russia e Cina come un modello per la costruzione di legami tra vicini.


Durante la visita, Putin ha partecipato anche alla cerimonia di inaugurazione dell'Anno della Cultura Russia-Cina, chiedendo scusa per aver parlato a lungo senza lasciare tempo per la traduzione. Ha ricordato una vecchia canzone sovietica che celebra la fratellanza eterna tra russi e cinesi, sottolineando l'importanza dello spirito fraterno nella continua crescita della partnership tra i due paesi.

Putin ha enfatizzato l'intensificazione dei legami commerciali e degli investimenti tra Russia e Cina, nonché l'aumento dell'uso delle valute nazionali nelle transazioni economiche per proteggerle dalle influenze negative di terzi. Ha inoltre annunciato che Russia e Cina rafforzeranno i contatti attraverso le istituzioni bancarie e di credito, utilizzando attivamente i sistemi di pagamento nazionali.

Per quanto riguarda il conflitto ucraino, Putin ha espresso il suo apprezzamento per la posizione della Cina, che promuove una soluzione politica basata su quattro principi recentemente proposti da Xi Jinping. Ha ribadito che la Russia è aperta al dialogo, ma che tale negoziato deve tenere conto degli interessi di tutti i paesi coinvolti, compresa la Russia.

Da parte sua, il presidente cinese ha dichiarato che la Cina continuerà a mantenere la comunicazione e la mediazione tra tutte le parti coinvolte nel conflitto ucraino, ribadendo che il fine di ogni conflitto è il tavolo delle trattative. Xi ha inoltre affermato che la Cina sosterrà la convocazione tempestiva di una conferenza internazionale riconosciuta sia dalla Russia che dall'Ucraina per discutere equamente tutte le proposte di pace.

Questa visita segna un ulteriore rafforzamento del partenariato strategico globale tra Cina e Russia, in un momento in cui entrambi i paesi cercano di promuovere un ordine mondiale più giusto e multipolare, opponendosi alla dominanza unilaterale e doppi standard di alcune nazioni occidentali.

----

LETTURA CONSIGLIATA

LA TERZA GUERRA MONDIALE? IL FATTORE MALVINAS

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti