Vladimir Putin: "Un ordine mondiale stabile è impossibile senza una Russia forte e sovrana".

Vladimir Putin: "Un ordine mondiale stabile è impossibile senza una Russia forte e sovrana".

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Parlando in videoconferenza al Consiglio mondiale del popolo russo, il Presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato di essere convinto che un "ordine mondiale duraturo e stabile sia impossibile senza una Russia sovrana e forte". E Mosca è in "prima linea nella formazione di un ordine mondiale più giusto".

La battaglia della Russia "per la sovranità e la giustizia ha, senza alcuna esagerazione, un carattere di liberazione nazionale", ha proseguito Putin, poiché viene condotta con l'obiettivo di "difendere la sicurezza e il benessere del popolo russo", nonché in virtù del nostro "diritto supremo e storico di essere un Paese forte e indipendente, un Paese di civiltà".

A tal fine, ha proseguito, la Russia "ha chiuso la strada a coloro che oggi pretendono il dominio del mondo, la sua esclusività" e "combatte per la libertà" non solo sua, ma del mondo intero, perché ha compreso bene come "la dittatura di un egemone è semplicemente pericolosa per gli altri".

Putin ha poi sottolineato che l'Occidente, che sta perdendo il suo dominio, "non ha bisogno di un Paese grande e multinazionale come la Russia". A suo dire, "la russofobia e altre forme di razzismo e neonazismo sono praticamente diventate l'ideologia ufficiale delle élite dominanti occidentali". "La nostra diversità, l'unità delle culture e delle tradizioni, delle lingue e delle etnie, semplicemente non rientrano nella logica dei razzisti e dei colonizzatori occidentali", ha affermato.

Putin ha poi concluso sostenendo come dietro le dichiarazioni dell'Occidente, secondo cui la Russia "è una prigione di popoli, che i russi stessi sono una nazione di schiavi, così come la necessità di decolonizzarla", c'è il desiderio di "smembrare e saccheggiare" il Paese. Non potendolo fare con la forza, stanno cercando di seminare confusione nel Paese. "Voglio sottolineare che consideriamo qualsiasi interferenza esterna o provocazione per generare conflitti interetnici o interreligiosi [in Russia] come azioni aggressive contro il nostro Paese".

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti