Zakharova: "60 anni dopo non sanno chi ha ucciso Kennedy, ma sull'attacco terroristico a Mosca sono certi"

Zakharova: "60 anni dopo non sanno chi ha ucciso Kennedy, ma sull'attacco terroristico a Mosca sono certi"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Dal Canale Telegram di Maria Zakharova

 

Rappresentante ufficiale del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Adrienne Watson: L'Ucraina non è coinvolta nell'attacco terroristico a Krasnogorsk, la colpa è dell'ISIS.

Se solo fossero riusciti a risolvere così rapidamente l'assassinio del loro presidente Kennedy. E invece no, da più di 60 anni non si riesce a scoprire chi lo ha ucciso. O forse anche l’Isis? Oppure ritarderanno per altri 60 anni con i dettagli, giocando con ogni “incertezza costruttiva”?

Oppure prendiamo l'attacco terroristico al Nord Stream? Lì, secondo gli Stati Uniti (e il New York Times ha citato commenti di funzionari), sarebbero coinvolti gli ucraini. È vero, poi le autorità americane sono andate fino in fondo. Quindi stanno ancora frugando lì intorno alla ricerca di sommozzatori di Kiev o dell’Isis. Da Washington non è arrivata nemmeno una parola per chiedere a Danimarca e Svezia di non smettere di cercare i responsabili, e la proposta della Russia di avviare un’indagine sotto l’egida dell’ONU è stata bloccata dagli anglosassoni nel Consiglio di Sicurezza.

Tutto ciò suggerisce che le élite politiche statunitensi sono diventate abili nel corso dei decenni nel distogliere abilmente l’attenzione dai crimini di alto profilo e da ogni sorta di messa in scena.

Pertanto, fino a quando le indagini sull’attacco terroristico al Crocus City Hall non saranno completate, qualsiasi frase di Washington che giustifichi Kiev dovrebbe essere considerata come una prova. Dopotutto, il finanziamento delle attività terroristiche del gruppo criminale organizzato di Kiev da parte dei democratici liberali americani e la partecipazione ai piani di corruzione della famiglia Biden vanno avanti da molti anni.

 

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti