Europlot/Grecia. La reazione popolare alla nuova tassa da 25 euro per il r...

Grecia. La reazione popolare alla nuova tassa da 25 euro per il ricovero ospedaliero

 
La nuova tassa di 25 euro imposta dal primo gennaio 2014 per tutti i pazienti ricoverati negli ospedali greci ha creato una forte indignazione pubblica ed un conflitto interno alla coalizione di governo tra il partito del premier Samaras, Nuova Democrazia, e quello socialista del Pasok. 
 
La misura votata nel 2012 dall'esecutivo spera di racimolare 110 milioni di introiti per coprire il buco statale e ripagare i creditori internazionali. I politici conservatori, come l'attuale ministro della salute ellenico, Georgiadis – nella foto ritratto con una banconota da 25 euro fatta in suo onore – la descrivono come “leva di solidarietà” per i pazienti senza assicurazione. Ma la verità, scrive il blog Ktg, è che a volerla è stata la Troika che non aveva certo in mente questo. 
Mentre ora i deputati del Pasok, dopo averla votata, chiedono la sua cancellazione visto il surplus di bilancio annunciato da Samaras, il ministro della salute Adonis Georgiadis ha chiarito che i socialisti devono prima proporre “misure d'austerità equivalenti”.  Adonis Georgiadis, riporta sempre Ktg, avrebbe affermato come, secondo le statistiche una persona è in media ricoverata una volta ogni 10 anni. “E pagare 25 euro ogni dieci anni non è certo la fine del mondo”. 
 
Tra le reazioni dei cittadini che il blog greco propone vi è quella molta significativa di un pensionato che dichiara: “E' una vergogna. Non posso permettermi di pagare neanche 5 euro per l'ospedale e questo Adonis pensa che vada tutto bene. Va in televisione e ride tutto il tempo”.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa