Negli Stati Uniti d'oggi c'è il 50% in più della disuguaglianza sociale dell'antica Roma (schiavi compresi)

Negli Stati Uniti d'oggi c'è il 50% in più della disuguaglianza sociale dell'antica Roma (schiavi compresi)

Tutto ciò che è necessario sapere sul record raggiunto dall'ineguaglianza negli Stati Uniti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


La quota di reddito nelle mani dell'1% più ricco della popolazione americana è superiore a quella dei tempi degli schiavi dell’Antica Roma e pari ai picchi degli Anni ’20.


 
 
 
Se questo non è di aiuto per capire in che età viviamo, ZeroHedge invita a leggere le seguenti parole di Paul Singer della Elliot Management Corp che spiegano tutto ciò che è necessario sapere sul record raggiunto dall’ineguaglianza negli Stati Uniti, compreso chi sia il principale responsabile:
 
"La disuguaglianza negli Stati Uniti oggi è vicina ai suoi massimi storici, in gran parte perché le politiche della Federal Reserve sono riuscite a raggiungere il loro scopo: vale a dire, prezzi degli asset sempre più elevati (in particolare i prezzi delle azioni, obbligazioni e high-end immobiliare), che sono generalmente di proprietà dei contribuenti delle fasce di reddito più alte. La Fed sta facendo tutto il lavoro, perché le politiche del Presidente sono soppressive della crescita. In assenza della stampa di moneta da parte della FED e per mezzo dello ZIRP, l’economia sarebbe più debole o addirittura di nuovo in recessione.
   
La più grande ironia è che il Presidente inveisce contro la disuguaglianza come uno dei problemi più importanti del nostro tempo, mentre nella sostanza le sue politiche stanno erodendo drasticamente la classe media e portando la Fed - con l'incoraggiamento del Presidente - ad intraprendere una politica monetaria radicale, che sta esacerbando le ineguaglianze. Questa semplice verità non viene ripetuta a sufficienza".
 
 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti