10 verita' sul governo di Mauricio Macri in Argentina

10 verita' sul governo di Mauricio Macri in Argentina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Salim Lamrani - Rebelión
 

Dopo un anno al potere il presidente argentino presenta un bilancio catastrofico

 

1. In un anno, sotto il governo di Macri, ci sono stati 200.000 licenziamenti in Argentina.

 

2. La moneta nazionale, il peso, è stato svalutato del 40% provocando un massiccio aumento dei prezzi con conseguenze drammatiche per l maggior parte degli argentini.  

 

3. Le tariffe di trasporti, gas acqua ed elettricità hanno subito aumenti che vanno dal 200% al 2000% a seconda dei casi.

 

4. L’inflazione è salita dal 32% al 45% e l’economia è in recessione.

 

5. La politica di austerità condotta dal governo ha avuto un impatto drammatico sulle classi popolari, la vita economica e lo sviluppo del commercio. Secondo la Chiesa Cattolica 1,4 milioni di argentini sono scesi sotto la soglia di povertà dall’arrivo al potere di Macri. Nella capitale il tasso di povertà è aumentato dal 20% al 33%. Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica e Censimento (INEC), il 32% degli argentini vive in povertà, quindi 8,7 milioni di persone, mentre 1,3 milioni di persone, il 6,3%, vive in condizioni di povertà estrema. 

 

6. SI moltiplicano le manifestazioni di centinaia di migliaia di argentini che esigono un cambiamento delle politiche e la cessazione delle misure contro i ceti più vulnerabili. Secondo i sondaggi il 43% degli argentini ha un’opinione negativa del governo di Macri contro il 26% che approva la sua gestione. 

 

7. L’importo del debito in un anno è schizzato dal 43% al 55% del PIL.

 

8. Il deficit fiscale è del 7%, costringendo il governo a prendere prestiti per oltre 50 miliardi di dollari in appena un anno.

 

9. Il governo Macri ha anche attentato contro la pluralità di stampa censurando il canale latinoamericano teleSUR, che non è più disponibile nel pacchetto che offre Cablevisión in Argentina.

 

10. Il governo Macri ha intrapreso una repressione implacabile contro la protesta sociale. Il caso di MIlagro Sala, eletta al Parlamento sudamericano e militante indigena, è emblematico. L’attivista è incarcerata dal gennaio 2016, in violazione della sua immunità parlamentare, con l’accusa di «incitazione a commettere crimini», per l’organizzazione unamanifestazione nella provincia di Jujuy. Le Nazioni Unite hanno condannato questa repressione e definito questa detenzione «arbitraria» e illegale. La Commissione Interamericana per i Diritti Umani, Amnesty International e altre organizzazioni per la difesa dei diritti umani esigono il suo rilascio. 

(Traduzione dallo spagnolo per l'AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti